4 trucchi per aumentare il tuo metabolismo a tavola

4 trucchi per aumentare il tuo metabolismo a tavola

- in CONSIGLIATI, NUTRIZIONE
1904
0

Esistono alcuni tipi di attività fisica capaci di mettere in moto il nostro metabolismo: la corsa è uno di questi, specialmente per quanto riguarda quelle sedute denominate interval training. Questo genere di allenamento discontinuo infatti è normalmente caratterizzato da una serie di esercizi ad alta e bassa intensità intervallati, che consentono di aumentare notevolmente il consumo d’energia anche a distanza di ore dal termine delle sedute rispetto agli allenamenti a ritmo costante e basso. Per dare maggiore sprint al proprio metabolismo si può inoltre imparare a mangiare nel modo giusto. Ecco dunque 4 mosse vincenti per mantenere sveglio il proprio metabolismo a tavola!

1 – Mangiare!
Quando si introducono alimenti nell’organismo e comincia il processo digestivo si attiva la termogenesi: la spesa energetica utilizzata dall’organismo per la masticazione, l’ingestione e la digestione stessa tende ad aumentare. Inoltre, la scelta e l’assunzione del cibo stimola il sistema nervoso ed il rilascio di determinati ormoni prima ancora che venga ingerito. Al contrario, quando si digiuna, il metabolismo basale, per il principio di autoconservazione, viene rallentato in modo da preservare preziose energie.

2 – Fare colazione appena svegli
Nutrirsi al risveglio, o comunque entro 90 minuti dalla sveglia, consente al nostro organismo di mettere in moto il metabolismo in maniera efficace e fornire al cervello il glucosio, essenziale per far fronte agli impegni della giornata. Saltare la colazione significa invece obbligare l’organismo a cercare l’energia di cui ha bisogno nelle riserve energetiche rappresentate dal glicogeno, consumate già in parte durante il riposo notturno.

3 – Mangiare più spesso
L’ingestione di proteine, grassi e carboidrati è correlata ad un conseguente incremento nel consumo di ossigeno e quindi all’aumento del nostro metabolismo. Importante è però nutrirsi in maniera sana e bilanciata, assumendo tutti i nutrienti fondamentali e con moderazione, senza esagerare. Ciò significa fare degli spuntini frequenti, capaci di far aumentare sino al 15% il consumo energetico complessivo del metabolismo. I nutrizionisti suggeriscono un totale di 6 piccoli pasti giornalieri: mangiare spesso e poco infatti non solo stimola il metabolismo, tenendolo sempre attivo e pronto a trasformare in energia ciò che ingeriamo, ma aiuta ad abbassare il colesterolo e a evitare pericolosi cali d’energia durante la giornata.

4 – Dare maggior spazio alle proteine
È molto importante assumere un’adeguata porzione di proteine ad ogni pasto, persino negli spuntini. Le proteine infatti sono preziose poiché richiedono una digestione più lunga rispetto agli altri nutrienti e quindi un maggior dispendio energetico. Non solo: mantengono più a lungo la sensazione di sazietà e contribuiscono a favorire il recupero muscolare fra una seduta di running e l’altra. Le proteine devono essere di tipo magro, e si possono aggiungere anche dei grassi buoni. Perfetti gli spuntini a base di frutta e proteine, come ad esempio formaggio e pera (o tofu, se si prediligono le proteine di origine vegetale): oltre che appaganti per la vista, questi spuntini garantiscono una sazietà immediata e forniscono preziose energie sia a livello fisico che mentale.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Dolci da runner: la cheesecake al… cannolo!

Il regime alimentare di un atleta prevede pure