A Bangkok… di corsa!

A Bangkok… di corsa!

- in CONSIGLIATI, RUNNING
2556
0
????????????????????????????????????

Correre a Bangkok è un’esperienza sicuramente singolare, poiché il clima della capitale della Thailandia non è certo il più indicato per l’attività preferita di un runner, per via non solo delle temperature alte ma anche per l’elevato tasso di umidità che rende l’aria soffocante. Tuttavia Bangkok offre degli scenari che vale la pena vedere e degli spazi in cui correre davvero suggestivi che certo ripagheranno il podista della fatica fatta. Il caldo e l’afa sanno essere insopportabili persino a tarda sera, ecco perché le ore più indicate per correre a Bangkok sono quelle a ridosso dell’alba.

Nel centro della cittadina tutti i runner possono fare affidamento su un parco al cui interno si trova un lago e sul perimetro di quest’ultimo si snoda la pista da corsa. Sullo sfondo i grattacieli che caratterizzano la capitale tailandese sembrano più lontani di quanto non siano in realtà grazie al verde che domina nel parco, con tanto di alberi fioriti. Poco distante un molo arricchisce ulteriormente il paesaggio, rendendo il parco un’attrazione vera e propria per turisti e non solo.

Accanto ai runners, in tanti praticano tai-chi sfruttando i prati che il parco mette a disposizione. Chi si reca a Bangkok anche solo per qualche giorno e non vuole rinunciare alla corsa, deve sapere che il tempo che ha a disposizione è davvero poco: l’umidità inizia a farsi opprimente già nelle primissime ore del mattino, per cui il chilometraggio di corsa sarà davvero ridotto e pure in quel breve lasso di tempo bisognerà fare i conti col sudore, che sarà reso copioso dal clima molto umido.

Ad accompagnare la corsa, inoltre, ci sono gli odori di cucina che spargono tutto intorno i venditori ambulanti, che già dal mattino presto sono pienamente operativi e riempiono le strade. Lo street food è un’altra delle peculiarità di Bangkok, molto apprezzata sia dai turisti che dagli abitanti della città, tanto è vero che non sono poche le case nella capitale tailandese sprovviste di cucina; per mangiare, basta andare in strada e scegliere ciò che gli ambulanti hanno da offrire. Certo, non è il massimo per un atleta sempre attento al peso forma, ma sgarrare di tanto in tanto è consentito…

Il traffico caotico è un altro segno distintivo di Bangkok, ma per fortuna chi si muove a piedi può usufruire di passerelle dedicate esclusivamente ai pedoni, anch’esse piuttosto affollate ma decisamente più sicure delle strade. Non c’è soltanto modernità, comunque: accanto ai grattacieli all’avanguardia, infatti, trovano spazio statue che raffigurano le divinità buddiste, circondate di offerte e fiori portati lì dai fedeli in un tripudio di colori di fronte al quale non si può restare indifferenti.

Ecco perché la corsa mattutina può essere seguita – dopo una doccia rinfrescante, naturalmente! – da una lunga passeggiata, grazie alla quale si possono ammirare le meraviglie che Bangkok offre ai propri visitatori, in mezzo al suo caos variopinto. Certo, a fine giornata i piedi invocheranno un po’ di riposo, ma niente paura: non mancano, infatti, nella capitale tailandese dei luoghi dedicati proprio al massaggio dei piedi, in grado di rimetterli in sesto dopo una giornata sicuramente faticosa ma allo stesso tempo appagante sia per il corpo che per lo spirito.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Mantenere alta la velocità sino a fine gara: ecco come fare!

La tendenza a rallentare nel finale di una