Asma e corsa possono convivere?

Asma e corsa possono convivere?

- in CONSIGLIATI, WELLNESS
1248
0

È possibile dedicarsi al running anche quando si soffre d’asma? La risposta è sì, ma è necessario prendere alcuni accorgimenti: vediamo quali nel dettaglio

Asma e corsa possono convivere senza alcun problema: la dimostrazione ce la fornisce Paula Radcliffe, campionessa del mondo della maratona nel 2005 e detentrice del record mondiale della specialità. Nonostante soffrisse d’asma, l’atleta britannica è riuscita a conquistare un titolo mondiale e uno europeo e a stabilire molti primati nazionali. Gli asmatici, dunque, possono dedicarsi anche al running, a patto però di prendere alcuni accorgimenti necessari per la loro salute.

Innanzitutto è fondamentale un consulto medico prima di intraprendere un programma di allenamento per la corsa: consultarsi con uno specialista può essere utile per conoscere i rischi ed eventualmente pianificare uno schema di allenamento che consenta di correre senza problemi o preoccupazioni. Cominciare a correre se si soffre d’asma senza rivolgersi prima ad un medico potrebbe essere molto pericoloso.

Prima di una sessione di allenamento o di una corsa è indispensabile assumere i farmaci adatti: grazie ai medicinali per contrastare l’asma è possibile correre senza problemi poiché agevolano il rilassamento dei muscoli delle vie respiratorie, evitando dunque la comparsa di tosse, affanno e difficoltà nel respirare. I farmaci appositamente studiati sono utili per scongiurare gli attacchi d’asma.

Un buon riscaldamento pre-seduta aiuta a ridurre gli effetti negativi dell’asma: correre a ritmo blando per qualche minuto ed effettuare poi degli scatti brevi ma impegnativi servirà a preparare nel modo migliore l’organismo allo sforzo che dovrà affrontare. Fra le principali cause scatenanti dell’asma troviamo il polline, ecco perché bisogna evitarlo accuratamente, magari allenandosi nelle prime ore del giorno, quando il polline è presente nell’aria in quantità minori rispetto al resto della giornata.

Quando si corre con un clima freddo o con basse temperature, è bene coprire bocca e naso: l’aria gelida, infatti, può provocare un broncospasmo e coprendo il naso e la bocca è possibile umidificare in maniera naturale l’aria che si inspira grazie a quella che viene espirata. Infine bisogna portare sempre con sé il proprio inalatore, così da essere pronti ad affrontare eventuali inconvenienti.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Trail: 10 consigli per correre in discesa più velocemente

Nelle gare di trail che comportano lunghi tratti