Aumentare il ritmo nella corsa: a cosa serve?

Aumentare il ritmo nella corsa: a cosa serve?

- in CONSIGLIATI, TRAINING
5305
0

Gli allenamenti nei quali si corre ad un ritmo più sostenuto per accrescere la propria condizione di forma si chiamano “lavori veloci” e si rivelano utili non soltanto quando c’è una gara in programma. Le sedute ad un ritmo più rapido, infatti, non servono solo a correre più veloci ma garantiscono anche altri benefici: permettono di incrementare la massa magra e di bruciare un maggior numero di calorie, inoltre migliorano la mobilità delle articolazioni.

Nel corso dell’allenamento, bisogna impegnarsi a correre per brevi tratti ad un ritmo superiore rispetto a quello impostato per una gara, in tal modo si riuscirà a correre più velocemente per un periodo di tempo più prolungato, mentre lo sforzo rimarrà lo stesso. Correndo ad un’intensità superiore, si avrà la possibilità di bruciare più calorie rispetto a quanto avverrebbe mantenendo un ritmo più basso sia durante la seduta di allenamento che nelle ore successive.

Questo avviene perché i lavori veloci incrementano l’attività metabolica pure dopo lo sforzo, per circa 10-12 ore. È facile intuire, dunque, che con gli allenamenti ad intensità elevata è più semplice mantenersi in forma. Per potersi dedicare ai lavori veloci è necessario un minimo di preparazione: bisogna infatti allenarsi per non meno di 3 volte alla settimana per circa due mesi prima di cominciare. Questo è il momento giusto per i runner che corrono già da un po’, mentre per i principianti sono necessari tre mesi di allenamento per potersi concentrare poi sui lavori veloci avendo una “solida” base aerobica.

prova-la-regola-dei-quattro-secondi-corsa-running-training-allenamento_1.jpg_650 (1)

Gli allenamenti di questo tipo servono a dare brillantezza alle gambe, a guadagnare velocità e ad abituarsi ai cambi di ritmo, tutti aspetti che risultano fondamentali in una gara. Per chi invece non affronta competizioni, i lavori veloci si rivelano utili anche per variare l’allenamento e spezzare la monotonia della corsa a ritmo normale: le ripetute seguite da brevi recuperi serviranno a rendere le uscite più stimolanti e a migliorare la qualità complessiva dell’allenamento.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Uno spuntino… di corsa: ecco cosa mangiare prima di un allenamento

Si avvicina l’ora dell’allenamento quotidiano ma il vostro