Benessere per il corpo e per la mente: la corsa come palestra di vita

Benessere per il corpo e per la mente: la corsa come palestra di vita

- in CONSIGLIATI, WELLNESS
22511
0

Correre bene per affrontare meglio la vita: può sembrare un luogo comune, ma il running viene spesso utilizzato come mezzo per aumentare il livello della propria salute psicofisica. Lo stress e la sedentarietà rischiano di essere una grave minaccia per la salute: correre diventa un modo per rimettersi in movimento e ricaricare le pile mentalmente, anche perchè si tratta di un’attività che può essere messa in pratica molto facilmente anche dalle persone più sedentarie.

Molto spesso, la scelta di iniziare a correre va di pari passo con la decisione di dare una svolta alla propria vita, di operare un cambiamento in alcune sfere che non ci fanno stare bene con noi stessi. Spesso ci si vuole innanzitutto porre un obiettivo, tenere fede a un proposito: la corsa e l’attività fisica vengono spesso rimandate per mille motivi. Un periodo intenso e stancante di lavoro, cattive condizioni del meteo, mancanza di scarpe o di abbigliamento adatto o di un luogo prediletto dove fare running. L’atto stesso di andare a correre superando i dubbi e ignorando le indulgenze che porterebbero a rinunciare, rappresentano già un passo importante che sa di svolta per la propria vita. E riuscire a tenere duro e a portare a termine il percorso prestabilito, superando soprattutto nei primi tempi la fatica e il dolore dovuti alla mancanza di allenamento, rappresenta una soddisfazione quasi tangibile a livello fisico, alla fine della corsa.

Gli scienziati e gli studiosi hanno stabilito come questa sensazione di piacere alla fine dello sforzo fisico non sia solo un’impressione, ma sia dovuta al rilascio di endorfine che permettono di raggiungere una situazione di benessere generale. Ecco che dunque il running può anche funzionare come antidepressivo naturale, capace anche di risollevare l’umore in periodi particolarmente difficili. Ma è l’aspetto piscologico, non quello puramente fisico, quello più interessante grazie al beneficio che si può trarre nel porsi un obiettivo e portarlo a termine. Una pratica che dalla corsa può essere facilmente traslata alla vita di tutti i giorni, in cui la forza nel nostro io diventa preponderante e permette così di raggiungere importanti traguardi anche nel lavoro, nell’amore, nella famiglia e in qualunque sfera si voglia rendere efficace l’esercizio della nostra volontà. 

Il running diventa la palestra dove ricaricare le proprie energie psicologiche e riuscire a imparare la disciplina che ci permette di portare a compimento gli obiettivi della nostra vita. Il classico ‘mens sana in corpore sano’ dei latini diventa dunque un aspetto tangibile della propria esistenza: ad un corpo che diventa sempre più forte ed efficente, si abbina la lucidità della mente, che sa riconoscere i propri punti di forza e combattere o, all’occorrenza, assecondare le proprie debolezze. In questo la maratona, la regina di tutte le corse, può essere considerata una vera e propria maestra di vita. Iniziando a praticarla si comincia a capire come anche gli obiettivi che sembrano impossibili possano in realtà diventare alla portata di chiunque, con l’adeguata preparazione. Da pratica per superuomini irraggiungibili, la maratona diventa un traguardo che con l’allenamento e la disciplina è raggiungibile da tutti. E tagliare il traguardo nella corsa molto spesso equivale a tagliarlo anche nella vita, riuscendo a comprendere dove intervenire per superare le difficoltà, e con la dovuta strategia arrivare a vette fino a quel momento inesplorate.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Uno spuntino… di corsa: ecco cosa mangiare prima di un allenamento

Si avvicina l’ora dell’allenamento quotidiano ma il vostro