Buono e sano: yogurt greco, amico dei runner

Buono e sano: yogurt greco, amico dei runner

- in CONSIGLIATI, NUTRIZIONE
6093
0

È ormai risaputo che lo yogurt, ricco di fermenti lattici vivi, sia un toccasana per la microflora intestinale e un ottimo depurativo per il nostro organismo. Consumare una porzione di yogurt al giorno, equivalente a circa 130 grammi, è un’abitudine salutare, che tutti dovremmo adottare. Ultimamente però un prodotto in particolare si sta facendo spazio nel reparto frigo dei supermercati ed è sempre più amato dagli sportivi e dai salutisti: si tratta dello yogurt greco.

Come mai questo nuovo trend? Vi sono delle differenze sostanziali rispetto allo yogurt tradizionale che tutti conosciamo. Anzitutto, lo yogurt greco viene filtrato più volte, dunque possiede una consistenza differente, più densa e cremosa, poiché la maggior parte del siero viene eliminata. Di conseguenza risulta più digeribile, anche perché il suo contenuto di lattosio è molto inferiore. Risultando meno dolce si presta a numerose preparazioni in cucina, ed è quindi molto più versatile. In una dieta bilanciata, lo yogurt greco può essere consumato al posto di un dessert più calorico come un gelato, ma anche come pranzo leggero, come sfizioso condimento nelle insalate o ancora come parte della colazione, accompagnato con della frutta fresca.

YOGURT-GRECO-DIETA

Come suddetto, la peculiarità dello yogurt greco sta nella differente procedura impiegata per la produzione. Per la preparazione di entrambi i tipi di yogurt, al latte vengono aggiunti due batteri: il Lactobacillus bulgaricus e lo Streptococcus thermophilus. Dalla fermentazione si ottiene lo yogurt e durante questo processo esso si addensa ed acquisisce un gusto lievemente acidulo. Successivamente viene filtrato tramite una garza che consente al siero (parte liquida) di defluire. Lo yogurt greco subisce tre o più filtrazioni e questo fondamentale passaggio lo rende differente rispetto al tradizionale yogurt a livello nutrizionale. Oltre ad avere meno lattosio infatti, contiene anche la metà di sodio (50 mg circa a vasetto) e di carboidrati (dai 5 ai 9 grammi), per questo motivo è consigliato nelle diete iposodiche ed ipocaloriche.

Trattandosi inoltre di uno yogurt più concentrato e denso è naturalmente più ricco di proteine, l’ideale per coloro che hanno bisogno di aumentare l’apporto di questi macronutrienti nella propria alimentazione per tonificarsi e sviluppare massa magra. Il quantitativo di proteine nello yogurt greco risulta essere il doppio di quello dello yogurt normale, circa 17 grammi, e rappresenta un quarto della dose giornaliera di proteine raccomandata agli uomini ed un terzo di quella consigliata alle donne. Questo tipo di yogurt può essere salvifico nelle diete poiché, proprio per il sua importante percentuale di proteine mantiene più a lungo il senso di sazietà ed aiuta a resistere ai famigerati attacchi di fame nervosa quando si è a regime.

In virtù dei suoi valori nutrizionali lo yogurt greco è particolarmente indicato per i runner poiché unisce all’alto apporto di proteine anche una discreta quantità di micronutrienti: minerali quali calcio, potassio e fosforo e vitamine come retinolo (A), niacina (B3) e riboflavina (B2).Parlando invece di calorie si può dire che la differenza fra i due tipi di yogurt è minima, ma i grassi nello yogurt greco sono maggiori: 4,5 g, 3 grammi in più. Si tratta tuttavia di grassi sani che possono essere consumati anche nell’ambito di una dieta, basta non superare il 30% del fabbisogno giornaliero.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Hai poco tempo per correre? Ecco tre tabelle di allenamento per restare in forma

Per i runners che non vogliono rinunciare mai