Caffè verde: aiuta a dimagrire?

Caffè verde: aiuta a dimagrire?

- in CONSIGLIATI, NUTRIZIONE
141
0

Si fa un gran parlare dell’efficacia del caffè verde nell’eliminazione dei chili di troppo: è realmente utile? Scopriamo insieme proprietà e benefici

Il caffè verde è uno dei trend del momento in fatto di alimentazione: è una bevanda realizzata con i chicchi di caffè non tostati e dunque del loro colore naturale che è, appunto, verde e non marrone come in tanti sono convinti. Rispetto al caffè “classico”, ovvero torrefatto, che ben conosciamo, quello verde presenta caratteristiche differenti e non poco, a partire dalla quantità e dalla qualità della caffeina che contiene.

La quantità è minore, inoltre la particolare composizione – nel caffè verde la caffeina è combinata all’acido clorogenico – ne rallenta l’assorbimento da parte dell’organismo permettendo al contempo proprio alla caffeina di restare in circolo per un periodo più prolungato. L’assenza di torrefazione inoltre incrementa la presenza di sali minerali, vitamine e polifenoli presenti all’interno dei chicchi, rendendo dunque il caffè verde più salutare rispetto alla versione più famosa.

Ma ciò che tanti si domandano riguarda gli effetti di questo tipo di caffè, in particolare il suo presunto potere dimagrante: il caffè verde è utile per dimagrire? Di sicuro non si può basare un piano di dimagrimento esclusivamente sul consumo di caffè verde, nella convinzione che questo sia sufficiente per perdere peso, tuttavia all’interno di una dieta bilanciata e svolgendo attività fisica, il caffè verde può agevolare la perdita dei chili in eccesso.

Questo perché risulta particolarmente ricco di metilxantine, che riducono l’assorbimento dei grassi da parte dell’organismo e “sciolgono” quello presente grazie all’azione lipolitica. Dunque il caffè verde può essere un ottimo supporto, ma certo non l’unico. Si rivela poi utile per contrastare il diabete, in quanto riduce la quantità di zuccheri assorbiti dalla mucosa intestinale e perciò è un’ottima bevanda per coloro che devono tenere sotto osservazione i livelli di glucosio nel sangue. Al contrario del caffè tostato, che si beve in genere dopo i pasti, quello verde è consigliato prima dei pasti principali della giornata

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Come riprendere a correre più forti di prima dopo una lunga pausa

Non lasciamoci abbattere da uno stop prolungato: ecco