Check-list delle cose da fare prima di andare a correre

Check-list delle cose da fare prima di andare a correre

- in CONSIGLIATI, RUNNING
754
0

Prima di infilare la porta di casa per abbandonarsi a una sessione di running, ci sono degli accorgimenti da prendere di cui spesso ci si dimentica. Per questo, abbiamo stilato questa utile check-list.

Controllare le unghie dei piedi.
Se le unghie dei piedi sono troppo lunghe e sbattono sulla punta delle scarpe, si creano delle micro-lesioni con conseguenti versamenti ematici. A lungo andare, questo può comportare un vero e proprio trauma (ematoma subungueale), e un doloroso aumento della pressione sanguigna locale. Unghie corte e ben curate, oltre a migliorare l’estetica del piede, scongiurano questi incidenti. Allo stesso modo, non bisogna mai sottovalutare un principio di incarnimento dell’unghia, perché questo può degenerare in un’infezione. Per ovviare a questo problema, le unghie vanno tagliate bene e limate ai bordi.

landscape-1453295723-scarpe-da-running-consigli-per-acquistarle

Soffiarsi il naso.
Una respirazione ottimale è importante per tutti gli sportivi e, per i runners, è fondamentale. Ecco perché è d’obbligo mantenere le vie aeree libere e pulite. Prima di una corsa, quindi, ci si deve soffiare vigorosamente il naso in modo da spurgarlo a fondo: così, si respirerà al meglio e si eviterà di ritrovarsi a correre con il fastidio del muco che impedisce la regolare inspirazione. Per liberare al meglio i condotti nasali, può essere utile ricorrere a un’irrigazione degli stessi, da fare con acqua e sale (o solo acqua, purché prima portata a ebollizione e lasciata raffredare), introdotta nelle narici con l’uso di una siringa o di un neti-pot.

Proteggere i capezzoli.
La meccanica della corsa implica una rotazione del busto che, a sua volta, comporta lo sfregamento dei capezzoli, sul reggiseno o sulla maglia. Oltre a evitare t-shirt ampie e di cotone, prediligendo invece indumenti traspiranti ma con una perfetta aderenza al corpo, si può ovviare al problema dell’irritazione dei capezzoli cospargendoli con della vaselina o proteggendoli con dei cerotti. Se si vuole ricorrere a prodotti specifici, il balsamo della BodyGlide è uno dei migliori stick anti-sfregamento disponibili in commercio.

http://www.runningmania.net/consigliati/come-proteggere-i-capezzoli-nel-running/

Andare al bagno.
Prima di uscire a correre, è buona regola scaricare vescica e intestino, per partire leggeri ed evitare spiacevoli inconvenienti on-the-go. Una ricerca pubblicata sull’International SportMed Journal rileva come il 40% dei runners soffra di disturbi gastrointestinali. Le cause di questi problemi non vanno ricercate unicamente nell’alimentazione, perché ci sono molti motivi che comportano uno squilibrio delle normali funzioni fisiologiche, quali lo stress, il moto sussultorio proprio della corsa, un minor afflusso di sangue o la naturale modificazione nella secrezione ormonale conseguente allo sforzo.

Bere una tazzina di caffè.
Ci sono molti pareri discordanti sull’utilità di assumere caffeina prima di una corsa, ma in questa sede si valuta unicamente l’effetto di una dose irrisoria della stessa e solo in funzione del suo potere moto-intestinale. Ricollegandoci a quanto visto al punto precedente, per svuotare al meglio l’intestino prima di iniziare una sessione di corsa, una tazzina di caffè è quello che ci vuole. Lo conferma anche un’esperta del settore, Elena Casiraghi, specialista in alimentazione per lo sport e nutrizionista degli Adidas Cityrunners.

http://www.runningmania.net/consigliati/corri-piu-veloce-facendo-il-pieno-di-caffe/

 

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Mantenere alta la velocità sino a fine gara: ecco come fare!

La tendenza a rallentare nel finale di una