Come aumentare il fiato… senza correre!

Come aumentare il fiato… senza correre!

- in CONSIGLIATI, TRAINING
9176
0

Chiariamo subito il punto principale della questione: il sistema migliore per aumentare il fiato è correre, il running è dunque l’attività più efficace da questo punto di vista. Se, però, a causa di temporanei problemi fisici non è possibile praticare la corsa e si vuole ugualmente incrementare – o per lo meno mantenere – il fiato, esistono delle alternative valide? La risposta è sì: ecco a quali attività possono dedicarsi i runner in attesa di ristabilirsi completamente e ricominciare a correre.

La prima alternativa è il nuoto, che vista la stagione può essere praticato sia al mare che in piscina. Si comincia con un paio di vasche per poi aumentare il numero finché si sente di avere ancora fiato. L’importante – se non si è mai fatto nuoto prima o lo si è praticato saltuariamente – è avere un approccio graduale, un passo per volta. Il nuoto, fra l’altro, è uno degli sport consigliati quando si vuole “staccare” ogni tanto dalla corsa o quando è impossibile a causa delle temperature (troppo alte o troppo basse) praticare il running.

Accanto al nuoto c’è il ciclismo: anch’esso è uno sport che consente di incrementare il fiato e può essere praticato con una tradizionale bicicletta oppure con una cyclette, in palestra o in casa (magari facendosela prestare da qualche parente o amico per un breve periodo di tempo). Il chilometraggio va impostato in base al tipo di preparazione e allenamento e, soprattutto all’inizio, bisogna procedere per tentativi, stando sempre attenti a non eccedere per non mettere a rischio la propria salute.

A seconda del tipo di infortunio, esistono anche altre attività che possono essere utili per aumentare il fiato: il salto con la corda, ad esempio, oppure il taekwondo, meno convenzionali ma efficaci (per il taekwondo è necessario rivolgersi ad istruttori o figure esperte per poterlo praticare nella maniera corretta). Infine il metodo più semplice per incrementare il fiato: fare le scale. Percorrere ripetutamente due o tre piani di scale a ritmo mediamente sostenuto è utile per “fare” fiato, e si può utilizzare la discesa come fase di recupero. I vostri vicini potranno prendervi per pazzi, ma sappiate che è un metodo fra i più consigliati!

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Running, ecco come inserire le ripetute nel proprio allenamento

Le ripetute rappresentano il miglior tipo di allenamento