Come eliminare e prevenire i calli da corsa

Come eliminare e prevenire i calli da corsa

- in CONSIGLIATI, WELLNESS
480
0

I calli possono essere dei fastidiosi “compagni” di allenamento: vediamo insieme alcuni efficaci rimedi naturali e qualche trucco per prevenirli

I runner supinatori li hanno sul mignolo o sul fianco esterno del piede, gli iperpronatori invece sugli alluci: ad ogni differente appoggio durante la corsa corrisponde in genere una predisposizione alla formazione di calli. Nessun podista può considerarsi immune da questo fastidio che, insieme all’unghia nera del runner, si annovera fra i rischi minori tipici di questa attività sportiva. Come prevenirli allora o comunque trattarli in maniera naturale? Vediamo insieme alcuni utili consigli in merito.

Un aiuto naturale. Esistono delle condizioni patologiche, come ad esempio il diabete, che causando un flusso sanguigno scarso a livello capillare predispongono più facilmente i soggetti alla formazione di calli. Nondimeno anche delle sollecitazioni di tipo meccanico come la continua frizione o pressione possono condurre all’ispessimento della pelle, in particolar modo quella dei piedi. La corsa, per sua stessa natura, espone maggiormente alla formazione di calli, ma è comunque possibile eliminarli grazie a questi semplici rimedi naturali:

  • Aceto di sidro di mele. Il ph acido di questo prodotto naturale ammorbidisce l’epidermide ispessita sino a far scomparire del tutto il callo. È sufficiente fare degli impacchi con dell’ovatta o della garza sterile imbevuta di aceto sulla zona interessata mantenendola per una notte intera per poi procedere all’esfoliazione del callo con la pietra pomice, delicatamente.
  • Limone. Di questo frutto può essere impiegata sia la buccia che il succo per eliminare i fastidiosi calli: la prima si applica sulla zona interessata e si lascia per un’intera notte a contatto con l’ispessimento aiutandosi con un bendaggio; il secondo invece può essere applicato utilizzando del cotone.
  • Bicarbonato di sodio. Si tratta di un esfoliante naturale economico e molto efficace contro i calli da podista. Per utilizzarlo a tale scopo occorre preparare una sorta di cremina costituita per tre parti da bicarbonato ed una di acqua. Questo scrub fai da te si applica poi sul callo, massaggiando energicamente. Questa operazione va ripetuta sino alla scomparsa dell’ispessimento, a cui segue la rimozione della pelle morta.
  • Sale di Epson. Questo minerale è l’ideale per fare dei pediluvi in acqua calda: non solo è ottimo contro i calli, ma dà sollievo ai piedi doloranti dopo un allenamento particolarmente intenso o una maratona. È importante però idratare bene i piedi al termine del trattamento poiché il sale tende a seccare la pelle.
  • Olio e sale marino. Per questo rimedio è necessario prima un pediluvio in acqua calda per 10 minuti circa, in modo da ammorbidire la pelle. Dopodiché si massaggia il callo con un preparato di olio e sale fine, eseguendo un movimento circolare. Questa operazione va ripetuta a più riprese sino a quando il callo non scomparirà del tutto.

Per prevenire la formazione di calli bastano inoltre alcuni semplici accorgimenti: anzitutto scegliere le calzature giuste, né troppo larghe, né troppo strette, tenendo conto anche dell’appoggio del piede e del proprio stile di corsa. Meglio evitare le scarpe usurate in quanto esasperano l’appoggio del piede, pertanto superato un certo chilometraggio è preferibile sostituirle. Da non sottovalutare la scelta delle calze: è consigliabile optare per quelle tecniche, altamente traspiranti e rinforzate nelle aree di maggior frizione, in modo da proteggere il piede. Un’ultima “furbizia” per evitare i calli è quella di idratare costantemente i piedi dopo ogni doccia, con degli oli o delle creme specifiche. I vostri piedi ringrazieranno!

Il Team di Runningmania

 

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Come riprendere a correre più forti di prima dopo una lunga pausa

Non lasciamoci abbattere da uno stop prolungato: ecco