Con il caldo meglio correre meno ma… più velocemente

Con il caldo meglio correre meno ma… più velocemente

- in CONSIGLIATI, RUNNING
407
0

Il caldo afoso tipico di piena estate rende poco piacevole correre: esistono delle alternative per i runner? Sì, correre meno chilometri ma più velocemente

L’afa e le temperature roventi dei mesi più caldi dell’anno sarebbero in grado di scoraggiare anche il più motivato dei runner: correre in queste condizioni è tutt’altro che piacevole e rischia di pregiudicare gli effetti benefici della corsa. Non tutti hanno la possibilità di correre all’alba o dopo il tramonto, quando il clima concede un po’ di respiro, dunque qual è l’alternativa? Fermo restando il sentito suggerimento di non correre nelle ore più calde della giornata, potrebbe non essere semplice nemmeno allenarsi nel tardo pomeriggio, poiché le temperature rimangono elevate.

Si potrebbe, però, correre per un numero inferiore di chilometri rispetto al proprio allenamento abituale, aumentando al contempo il ritmo. In sostanza si abbandonano per qualche settimana i chilometraggi elevati in favore di sedute più brevi, condotte ad intensità maggiore. Entrando nel dettaglio, chi percorre 10 o anche 15 chilometri nelle sue normali uscite, può ridurre l’allenamento a 5-6 chilometri, inserendo dei lavori incentrati sulla velocità oppure un po’ di salita.

Fonte immagine: http://www.amando.it/salute/sport-fitness/consigli-correre-estate.html
Fonte immagine: http://www.amando.it/salute/sport-fitness/consigli-correre-estate.html

L’allenamento può essere dunque più vario e prevedere, dopo il classico riscaldamento, 5-6 variazioni di ritmo, in cui si corre ad un’andatura più veloce rispetto a quella alla quale si è abituati, inframmezzate da un paio di minuti di recupero; in alternativa, le 5-6 variazioni possono essere effettuate in salita – con allunghi di circa 200 metri – e recuperi sempre di 2 minuti fra una variazione e l’altra. In questo modo la seduta può risultare meno “pesante” in confronto a quella tradizionale.

A fine allenamento si percepirà un minor senso di pesantezza nelle gambe e nel fisico, e ciò aiuterà a ritrovare la voglia di allenarsi che il gran caldo aveva fatto passare. È importante idratarsi nella maniera giusta durante la seduta, soprattutto con le alte temperature, bevendo di tanto in tanto dei sorsi d’acqua; per questo bisogna fare in modo che nel percorso scelto per l’allenamento siano presenti delle fontanelle, oppure portarsi appresso una borraccia d’acqua fresca, che non si scalderà in maniera eccessiva poiché la durata della seduta è minore in virtù del chilometraggio ridotto.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Come aumentare il fiato… senza correre!

È possibile aumentare il fiato senza correre? La