Consigli utili su alcuni aspetti della corsa

Consigli utili su alcuni aspetti della corsa

- in CONSIGLIATI, TRAINING
366
0
Fonte immagine: https://www.runtastic.com/blog/it/corsa-e-fitness/perfezionare-le-tecniche-di-corsa-con-questi-5-consigli/

Il running è fatto di tanti aspetti diversi di cui tener conto: vediamo dei consigli utili su tre differenti fasi che costituiscono l’allenamento di un runner

Sono tanti gli aspetti di cui un runner deve tener conto non solo durante una gara ma anche nel corso degli allenamenti: per potersi esprimere al meglio nella corsa è necessario trovare il giusto equilibrio nel gesto atletico, che passa attraverso un corretto allenamento. Per fare in modo di raggiungere tale equilibrio non bisogna sottovalutare nulla, nemmeno quegli aspetti che potrebbero sembrare secondari a prima vista. Fra i diversi momenti di un allenamento, vi sono fasi come l’allenamento in salita, il lungo o il lunghissimo che riguardano solo una parte di runner, e il riposo che invece accomuna chiunque pratichi la corsa. Vediamo alcuni consigli utili su queste tre differenti fasi.

L’allenamento in salita viene in genere utilizzato da chi vuole incrementare le proprie performance, e affinché sia redditizio è necessario affrontarlo nella maniera più corretta, in particolare per quanto concerne la postura. Come per la corsa in piano, anche in quella in salita bisogna correre in posizione eretta, mantenendo la testa ed il busto dritti; piegarsi in avanti, infatti, significa tenere una postura scorretta che si traduce poi in un maggiore dispendio di energie. Il passo va accorciato, in modo da evitare stress eccessivo e movimenti inusuali per gli arti inferiori.

Immagine 213

Le sessioni di lungo e lunghissimo sono le occasioni più adatte per preparare il fisico su diversi livelli alle corse di elevato chilometraggio; entrano in gioco infatti non solo muscoli, tendini e articolazioni, ma anche l’apparato digerente in quanto in questo tipo di gare è indispensabile alimentarsi per avere la benzina sufficiente per arrivare in fondo. Tali allenamenti dunque sono utili per “testare” gli alimenti, i gel o gli sport drinks che si utilizzeranno durante la corsa, e capire se sono adatti per il proprio stomaco.

Infine il giorno di riposo: c’è chi pensa che sia più indicato il riposo attivo e chi invece il relax totale. La prima tipologia può essere utile per ridurre l’indolenzimento dei muscoli e predisporre il fisico agli allenamenti successivi; ecco perché si consiglia di prevedere nel giorno destinato al riposo una camminata o una pedalata poco impegnative, aggiungendo riscaldamento e stretching benefici per la muscolatura.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Com’è il tuo appoggio?

Affinché sia funzionale, l’appoggio dev’essere corretto a livello