Correre al buio: ecco come fare

Correre al buio: ecco come fare

- in CONSIGLIATI, STYLE
639
0

Le corte giornate autunnali e invernali “costringono” a correre al buio: vediamo alcuni suggerimenti per affrontare la corsa anche con scarsa illuminazione

Le ore di luce a disposizione durante l’autunno e l’inverno sono poche, dunque il runner è costretto ad adattarsi a correre al buio: ecco gli accorgimenti utili per poterlo fare in tutta sicurezza. Quando non si può disporre di percorsi dedicati esclusivamente ai podisti e l’illuminazione circostante è scarsa, sono necessarie delle precauzioni per poter correre in modo da ridurre i pericoli legati alla scarsa visibilità se si decide di allenarsi di primissimo mattino oppure dopo il tramonto. 

Durante l’allenamento con poca luce, è indispensabile rendersi il più visibili possibile, utilizzando l’abbigliamento più adatto per questo scopo; bisogna optare dunque per indumenti dotati di inserti riflettenti e con colorazioni fluo e sgargianti, pensati dalle aziende di abbigliamento sportivo proprio per questo scopo. L’attenzione del podista deve concentrarsi in particolare sulle parti del suo corpo in movimento, vale a dire piedi, gambe e braccia.

Per un automobilista o un motociclista, infatti, sarà più facile individuare qualcosa che si muove al buio e quindi prestare maggior attenzione. Delle fascette catarifrangenti possono rivelarsi molto utili se posizionate sulle gambe, sulle braccia e sulle scarpe poiché aumenteranno la visibilità di chi corre. In tanti consigliano di adoperare a questo scopo del nastro adesivo riflettente, da attaccare nella parte posteriore delle scarpe e magari anche sui pantaloni all’altezza dei polpacci.

Basandosi sullo stesso principio, è possibile impiegare anche delle lucine intermittenti – come quelle che montano sulle loro biciclette coloro che praticano ciclismo – che incrementeranno senza dubbio la visibilità e catturano maggiormente l‘attenzione di chi si trova al volante rispetto alle luci fisse. Affinché tale lucina intermittente risulti utile e non scomoda, la si può posizionare sul braccio che dà alla strada, così che sia facilmente individuabile dagli automobilisti. Esistono dei supporti che permettono di “allacciare” tali luci laddove ve ne sia bisogno, al fine di incrementare la sicurezza ma senza che lo strumento sia di intralcio per la pratica sportiva.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Running, ecco come inserire le ripetute nel proprio allenamento

Le ripetute rappresentano il miglior tipo di allenamento