Correre in estate: occhio a non finire la benzina

Correre in estate: occhio a non finire la benzina

- in CONSIGLIATI, NUTRIZIONE
175
0

Fate attenzione quando uscite per un allenamento durante l’estate: è fondamentale reintegrare tutti i sali e i liquidi che si perdono.

Sole, bel tempo e giornate più lunghe invogliano a fare attività fisica e anche chi è meno allenato sente il richiamo dello sport soprattutto in questo periodo. Però è importante tenere a mente alcuni aspetti fondamentali per evitare di allenarsi male soprattutto con il caldo che caratterizza questa torrida estate. Anche se si evitano le ore più calde per uscire a correre e si prediligono la mattina presto o la sera, la temperatura è comunque alta e il tasso di umidità (a meno che non vi troviate in montagna o al mare) è piuttosto elevato: che cosa significa? Vuol dire che il dispendio di liquidi e di sali minerali del nostro organismo è comunque più alto rispetto al solito e quindi sarà necessario adottare dei comportamenti che prevengano il rischio di disidratazione.

Woman drinking water

Non importa che siate dei corridori professionisti o dei semplici amanti della corsetta serale: reintegrare i liquidi che si perdono correndo (soprattutto d’estate) è una regola che vale per tutti senza esclusioni. Soltanto un comportamento corretto in questo senso può prevenire problemi in seguito. Reintegrare ciò che si è perso durante l’allenamento può avvenire sia attraverso gli alimenti come verdura, frutta secca, fresca o, in alternativa, utilizzando i prodotti studiati appositamente per questo tipo di attività fisica. Certo, c’è da dire che i prodotti naturali non sono né comodi né tanto meno facili da portare con sè, ma con un po’ di ingegno si può risolvere anche questo problema. In alternativa, come detto, si possono assumere delle barrette energetiche che vanno a compensare ciò che si perde durante un’uscita d’allenamento. Si tratta di prodotti che si trovano facilmente sia nei supermercati che nei negozi specializzati.

IN_runningfischi

Il consiglio è quindi quello di uscire per un allenamento portandosi dietro sempre delle barrette energetiche, della frutta (la banana è un’ottima soluzione) e degli integratori di sali minerali che possono essere fondamentali soprattutto quando si effettuano dei “lunghi”. Se avete deciso di portare con voi delle barrette, allora dovete fare attenzione che presentino alcune caratteristiche particolari. Per prima cosa deve essere presente la vitamina C che è un’ottima risposta al problema dell’affaticamento muscolare e alla stanchezza. La vitamina C è presente in tutti gli agrumi e in frutta come l’anguria, il melone, i frutti di bosco, i mirtilli e l’uva sultanina. Altra presenza fondamentale è la vitamina B1: anche questa vitamina fornisce una risposta efficace alla sensazione di stanchezza ed è presente in alimenti come la pappa reale, il germe di grano e nei cereali integrali.

Altro discorso è invece quello che riguarda gli integratori. Se la vostra uscita è di breve durata e non supera il quarto d’ora o i venti minuti, allora non è necessario assumerli in quanto il vostro organismo non perderà troppi sali minerali in questo periodo. Se invece la vostra uscita si dovesse protrarre oltre l’ora di corsa, soprattutto in estate, allora la perdita di sali può superare i 10 grammi. È bene quindi reintegrare ciò che si è perso con bevande studiate apposta per un rapido recupero: in questo caso il consiglio è quello di verificare che sia prevista la presenza di sodio e potassio, fondamentali per il mantenimento dell’equilibrio idrico dell’organismo.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Uno spuntino… di corsa: ecco cosa mangiare prima di un allenamento

Si avvicina l’ora dell’allenamento quotidiano ma il vostro