Corsa: i consigli da… non seguire!

Corsa: i consigli da… non seguire!

- in CONSIGLIATI, RUNNING
10067
0

Quando si comincia col running, bisogna mettere in conto i consigli: fra quelli utili e quelli non richiesti, vediamo quali non bisogna mai seguire!

Sii cauto nell’accettare consigli, ma sii paziente con chi li dispensa”: questo passaggio del monologo finale del film “The Big Kahuna” può essere molto utile ai runners alle prese con gli altrui consigli. Essere cauti nell’accettare consigli è fondamentale, soprattutto quando tali consigli sono… totalmente sbagliati! Nell’infinità di suggerimenti che un podista può ricevere nel corso della sua attività sportiva, ce ne sono alcuni che non vanno seguiti assolutamente, perché inutili o persino dannosi. Ecco quali sono quelli più diffusi.

Spingi subito a tutta”: le energie fresche vanno sfruttate ad inizio gara, per andare al massimo e percorrere i primi chilometri più rapidamente. Peccato, però, che con questo sistema si rischia di esaurire troppo presto le energie e sarà del tutto inutile aver percorso velocemente i primi chilometri se poi non si conclude la corsa per via della stanchezza. Chi dispensa un consiglio simile, con tutta probabilità non conosce il concetto di gestione dello sforzo.

Una scarpa vale l’altra”: non ha senso spendere dei soldi per una scarpa “giusta”, alla fine sono tutte uguali e ti servono solo per correre. Chi ha seguito questo consiglio è probabile che si sia ritrovato a fare i conti con dolori ai piedi e alle gambe, rimpiangendo di aver dato retta a tale dritta. Le scarpe sono un elemento fondamentale nel running, per proteggere in maniera adeguata i piedi e non avere problemi a muscolatura e articolazioni.

Vai oltre il dolore”: la mente è più forte del fisico, per questo si può passare sopra i dolori quando si corre. La retorica del “non fa male” lasciamola ai film di Rocky Balboa: il dolore è un segnale che il corpo lancia, come una sorta di campanello d’allarme, quando qualcosa non sta funzionando nel modo giusto; ecco perché ignorarlo è deleterio e pericoloso, poiché potrebbe aggravare la situazione. Se, però, il dolore è dovuto solo alla fatica, allora ci si può passare sopra, dando retta a questo consiglio, ma con molta cautela.

Mai correre con la pioggia”: di fronte a questo consiglio, verrebbe da domandare “E perché mai?”. Con il giusto abbigliamento, correre con la pioggia non rappresenta affatto un problema e, anzi, ci sono runner che amano correre in queste condizioni, perché si esaltano quando il tempo non è ideale.

Questi sono solo alcuni esempi, di consigli surreali ce ne sono a bizzeffe: quali sono quelli più bizzarri che hai ricevuto?

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Uno spuntino… di corsa: ecco cosa mangiare prima di un allenamento

Si avvicina l’ora dell’allenamento quotidiano ma il vostro