Dimagrire e restare in forma… mangiando!

Dimagrire e restare in forma… mangiando!

- in CONSIGLIATI, NUTRIZIONE
17193
0

Secondo una convinzione radicata profondamente nella cultura alimentare della società odierna meno si mangia, più si perdono chili. In realtà non è proprio così. L’organismo umano infatti non è una macchina e non si comporta in maniera meccanica e lineare, come se fosse un robot. Per dimagrire in maniera efficace e possedere l’energia necessaria per allenarsi, la presenza di cibo è anzi fondamentale. Occorre però capire in che modo alimentarsi: ecco quindi qualche utile consiglio che, affiancato alla costanza e all’impegno quotidiani favoriranno la perdita di peso, ossia la perdita di massa grassa e al contempo il mantenimento della massa muscolare.

Correre prima dei pasti
La mezz’ora subito dopo la corsa o l’allenamento è il momento migliore per il recupero: le sostanze nutritive degli alimenti assunti in questo lasso di tempo raggiungono rapidamente ed in maniera efficace i muscoli, ripristinando così le riserve d’energia. È consigliabile quindi fare in modo che la conclusione delle sedute d’allenamento coincidano con uno dei pasti principali oppure con lo spuntino. Il recupero risulterà molto più vantaggioso. In base a numerose ricerche scientifiche inoltre è consigliabile mangiare meno ma mangiare più spesso, arrivando anche sino a 9 piccoli pasti al dì, in modo da mantenere sempre attivo il metabolismo, che avrà sempre a disposizione calorie “fresche” da bruciare. Ciò garantirà anche un controllo ottimale del peso forma, favorirà livelli sani di colesterolo buono e della pressione arteriosa.

Idratarsi nella maniera corretta
Non tutti lo sanno, ma non bisogna attendere di provare la sensazione della sete per bere: quando ciò accade significa che l’organismo ha già perso una percentuale significativa di liquidi e minerali pari al 2% del peso corporeo.
Meglio quindi non aspettare di aver sete: i famigerati 8 bicchieri d’acqua al giorno (circa 2 litri) sono un buon inizio, ma non sempre bastano. In certi casi infatti occorre incrementarli, in modo da compensare le perdite, e se la traspirazione è considerevole assumere anche dei sali minerali

Inserire sempre le proteine
Le proteine andrebbero consumate ad ogni pasto, persino negli spuntini e nella colazione. Esse infatti consentono di raggiungere più rapidamente la sazietà e di prolungarla nelle ore seguenti. Inoltre aggiungere delle piccole porzioni proteiche negli spuntini consente non solo un recupero più efficace fra un allenamento e l’altro ma anche di non esagerare col consumo di carboidrati. Il consiglio è di scegliere delle proteine magre, come ad esempio dello yogurt greco con frutta, oppure un pezzetto di Parmigiano o Grana con una mela o anche della ricotta di vacca con l’aggiunta di fragole.

Annotarsi tutto
Non si parla solamente dei vari allenamenti ma anche di segnarsi accuratamente ciò che si mangia. Lo si può fare in modo comodo facendosi aiutare dalle numerose app per smartphone che il Web mette a disposizione, oppure fare alla vecchia maniera ed utilizzare un’agenda o un quadernetto. In tal modo si monitoreranno tutti gli alimenti assunti riducendo di molto le “calorie fantasma“, ossia il cibo che spesso si tende a consumare in maniera inconsapevole, come ad esempio i comfort food, di cui spesso si tende ad abusare senza una necessità reale. Questo è il primo passo verso un’alimentazione consapevole.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Mantenere alta la velocità sino a fine gara: ecco come fare!

La tendenza a rallentare nel finale di una