Dolore al ginocchio: quando è il caso di preoccuparsi

Dolore al ginocchio: quando è il caso di preoccuparsi

- in CONSIGLIATI, WELLNESS
902
0
Fonte immagine: http://www.everydayhealth.com/columns/paging-dr-gupta/as-a-jogger-what-do-i-need-to-know-about-runners-knee/

I fastidi alle ginocchia sono piuttosto diffusi e comuni fra i runner, che tendono però a farsi autodiagnosi, cadendo in errore nella gran parte delle volte

Le ginocchia sono una parte del corpo particolarmente “sensibile” nei runners: soggette a piccoli fastidi o disturbi, attirano l’attenzione del corridore ad ogni minimo dolorino. Questo è giusto, poiché è fondamentale tenere conto dei segnali che il fisico lancia, l’errore è quello di farsi da soli la diagnosi, che nella gran parte delle volte si rivela sbagliata, e ancor peggio intervenire con automedicazioni pensando così di risolvere il problema, in realtà senza nemmeno sapere di cosa si tratti.

Il ginocchio è un’articolazione complessa e in caso di dolori persistenti non è proprio il caso di tentare di indovinare quale sia il problema, ma è indispensabile rivolgersi ad uno specialista in grado, attraverso opportune verifiche, di capire da cosa ha origine il disturbo e predisporre una terapia adatta affinché il problema venga risolto in tempi rapidi e soprattutto senza ricadute, salvaguardando la salute del runner. È il caso di preoccuparsi quando il dolore compare in maniera improvvisaknee_braced_runners

Se dal nulla si avverte dolore, e si è in grado di ricordare esattamente il momento in cui il dolore è cominciato, è molto probabile che vi sia stata una rottura; questo tipo di dolore è più facilmente riconoscibile e nel caso si manifesti bisogna immediatamente rivolgersi ad uno specialista per capire cosa si è “rotto” nel ginocchio. La regola da seguire prevede che ci si fermi subito nell’eventualità di un dolore improvviso, sospendendo l’attività fisica fin quando non ne sarà chiarita l’origine.

Decisamente diverso è il dolore da infiammazione, che in ogni caso non può riguardare i menischi o i legamenti: qualche runner si convince di soffrire di infiammazione ai legamenti o ai menischi, ma questi non sono soggetti a infiammazione. Con il dolore progressivo ci si comporta diversamente: dopo la prima comparsa ci si ferma per qualche giorno – tre o quattro in linea di massima – per poi ricominciare ad allenarsi. Se il dolore si manifesta nuovamente, in quel caso è necessario consultare il proprio medico.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Dolci da runner: la cheesecake al… cannolo!

Il regime alimentare di un atleta prevede pure