Dove correre: i terreni per la corsa

Dove correre: i terreni per la corsa

- in CONSIGLIATI, RUNNING
1901
0

Esistono differenti tipologie di terreno sul quale correre ed ognuno ha delle peculiarità che possono rivelarsi positive o negative in base al runner e al tipo di corsa.

Ogni volta che si compie un passo l’impatto con il suolo, pari a tre volte il peso del runner, si trasmette a tutto il corpo ed è quindi necessario scongiurare eventuali traumi scegliendo un terreno capace di assorbire almeno in parte il “colpo”.

Strada asfaltata
È senza dubbio il tipo di terreno più facile da trovare. Il suo pregio è la regolarità, che limita eventuali cadute, ed essendo piuttosto rigido è l’ideale per le prove di velocità. È inoltre preferibile per i principianti perché rispetto ad altri terreni affatica in misura minore i muscoli. D’altra parte però la corsa sull’asfalto mette i tendini a dura prova. Da non sottovalutare inoltre il fastidio del traffico ed i gas di scarico delle auto.

Terra battuta (piano regolare)
Si tratta della superficie migliore per avventurarsi nella corsa. Preferibile rispetto all’asfalto perché lontana da auto e traffico, è molto più sicura e con una migliore qualità dell’aria. Questa tipologia di terreno inoltre garantisce un’ammortizzazione migliore poiché il fondo assorbe parte del colpo col piede.

Prati
In questo caso l’ideale è un campo di golf o di calcio: il manto erboso è più curato ed il fondo regolare. Se si opta invece per un campo incolto con erba alta occorre fare attenzione alle insidie nascoste, come buche, pietre e solchi, che possono costare storte e slogature.

Sabbia
Benché molto suggestiva, non è la superficie più adatta per la corsa, specie se si corre sul bagnasciuga. Molto spesso infatti quest’ultima presenta un’inclinazione eccessiva verso un lato e dunque il runner è costretto a cambiare la postura, ragion per cui è necessario invertire spesso il senso di marcia. Sconsigliati del tutto, invece, i tratti di sabbia asciutta: in questi casi il piede non ha un regolare appoggio e la caviglia viene sottoposta ad un lavoro eccessivo.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Trail: 10 consigli per correre in discesa più velocemente

Nelle gare di trail che comportano lunghi tratti