Ecco un nuovo metodo dimagrante in vista dell’estate

Ecco un nuovo metodo dimagrante in vista dell’estate

- in CONSIGLIATI, WELLNESS
584
0

L’estate, a causa della temuta “prova bikini”, può diventare l’incubo di molte persone, iniziano le sfide dell’ultimo minuto per perdere peso e spesso ci si affida erroneamente alle diete drastiche, che sono però altamente pericolose per il nostro organismo.

Per questo già adesso, a marzo, bisogno ricorrere ai ripari e preparare il corpo gradualmente. Con una perdita di peso costante, ma non eccessiva, imparando ad adottare uno stile di vita sano a 360°.  Il nostro fisico ha infatti bisogno di un alimentazione equilibrata per sostenere gli stress dovuti alla stagione in corso.

Oggi vi voglio parlare del metodo utilizzato nei centri Labquarantadue.  È  un approccio appunto multidisciplinare che integra alimentazione con trattamenti medico-estetici e attività sportiva, ci spiega la dottoressa Lavinia Triberio.

E’ fondamentale che un ciclo di trattamenti sia strettamente correlato a un percorso alimentare, non identificato come dieta, ma come indicazioni alimentari da seguire, durante il ciclo, e che possa diventare un vero e proprio stile di vita. Troppo spesso capita che la persona venga “sezionata” dai vari specialisti e che non venga considerata nel suo insieme: interno-esterno, mente-corpo. Anche nel campo estetico l’atteggiamento è di correggere un difetto esterno con macchinari o prodotti che agiscono direttamente sulla zona “brutta” senza andare a lavorare nel profondo alla ricerca delle vere cause del difetto. Finalmente l’idea che siamo organismi complessi e che dobbiamo essere valutati nel nostro insieme, sta prendendo piede velocemente (si veda il continuo aumento di interesse per le medicine non convenzionali che hanno un approccio olistico). Noi vorremmo portare anche all’interno dell’estetica questo concetto olistico e abbinare al concetto di bellezza quello di benessere: il benessere psico-fisico si esprime nella bellezza. Per fare questo dobbiamo lavorare dall’interno (nutrizione, regolazione intestinale, omeopatia, integratori, riequilibrio emozionale…), dall’esterno (massaggi, agopuntura, carbossiterapia, mesoterapia, radio frequenza, …) e motivando la persona a prendersi cura di se stessa con attività fisica (camminata, pilates, …) e norme di vita. L’idea del metodo è sicuramente frutto di un’equipe di professionisti in ambito medico-scientifico, basandosi sulla medicina tradizionale, sulla biologia di base e sulla biotecnologia.  Lo studio scientifico non è basato su banali articoli no-sense, ma su letteratura scientifica ampiamente studiata e analizzata, sia da un punto vista epidemiologico che sperimentale.

Dott.ssa Lavinia Triberio

Il metodo in pratica

Prima di intraprendere qualsiasi percorso, il paziente è sottoposto a una visita iniziale che consiste in un’analisi in toto, per analizzare il problema da trattare, secondo i bisogni e le esigenze dello stesso (valutazione degli esami ematochimici generici/specifici, interpretazione degli esami su intolleranze alimentari, bio-impedenziometria). In seguito all’analisi, dello state di salute generale del paziente si esegue SEMPRE l’impedenzometria, un macchinario che ci permette di fare una sorta di fotografia dei nostri tessuti. Con questo semplice esame, che si esegue in pochi minuti sdraiati su un lettino, siamo in grado di vedere com’è distribuito il nostro peso. Calcoliamo le percentuali di massa magra, di massa grassa, di liquidi intra ed extra cellulari in modo da essere sicuri di proporre il trattamento più adeguato ad ogni singola esigenza. Successivamente, viene consegnato al paziente un diario alimentare da compilare nei prossimi 4 gg, utile per STIMARE la quantità di nutrienti assunti durante la giornata e la quantità di acqua bevuta, in modo da correggere cattive abitudini sul diario stesso, insieme alla paziente .Il Diario è utilissimo, anche successivamente, per le persone che sono un po’ disattente o fanno spuntini durante la giornata, magari perché sono tutto il giorno fuori  casa e quindi la loro alimentazione diventa disorganizzata. Molte seguono un’alimentazione ideale a casa, ma dopo un po’ di tempo non riescono a perdere i chili che avevano progettato; può capitare che sbaglino all’ora degli spuntini, scegliendo alimenti con alto contenuto grasso (come i tipici snack delle macchinette), oppure bevono molti caffè e sempre con lo zucchero, ecc., e nemmeno se lo ricordano. In questi casi, il diario alimentare è molto utile. Si scrive tutto quello che si mangia nella giornata per imparare a mangiare in modo corretto e bilanciato. Scrivendo ogni giorno sul diario alimentare ci si accorgerà di quanto cibo introduciamo nell’organismo e del perché lo facciamo. Per iniziare si può tenere il diario alimentare per una settimana, ma in seguito all’educazione alimentare che accompagna il paziente lungo tutto il percorso, diventerà un amico indispensabile, che si può tenere a portata di penna nella borsa anche in vacanza, quando si esagera con il cibo e si segue un’alimentazione più disordinata. L’insieme dei dati raccolti dagli esami ematochimici, dalle intolleranze alimentari, dal diario alimentare, dalla bioimpedenziometria e dalle misure antropometriche (peso-altezza-circonferenze) stabilisce il percorso per il singolo paziente .

L’alimentazione

Ci occupiamo di sovrappeso, adiposità localizzata e cellulite. Ogni situazione è trattata in maniera differente, sia da un punto di vista tecnologico che alimentare, cercando di personalizzare quanto più possibile l’iter da seguire, in base agli innumerevoli mezzi a nostra disposizione.

Il principio di base è che se una persona è in salute, l’alimentazione deve essere costituita da  “varietà degli alimenti, alimenti il più possibile vicino alla natura e non manipolati dall’uomo” . Un’alimentazione equilibrata e abitudine alimentare sana e regolare influiscono molto sul nostro aspetto e sulla nostra psiche. Non si tratta solo di cibo, un antico detto dice ‘sei quello che mangi’, ed è proprio così: il nostro corpo è il risultato di quello che introduciamo al suo interno e di quello che consumiamo giornalmente.

L’aspetto psicologico

Nei centri dedichiamo il 100% del nostro tempo ai pazienti, ponendo degli obiettivi da superare insieme, e aiutandoli anche da un punto di vista psicologico. Il nostro obiettivo è aiutare la persona in toto! Per questo è importante conoscere le basi di un’alimentazione sana ed equilibrata e seguire alcuni piccoli accorgimenti alimentari per essere sempre in forma senza bisogno di rinunce.

L’attività fisica

Uno stile di vita corretto prevede oltre che alla quotidiana attività fisica, una corretta e costante attività sportiva. Ecco come. Diamo la possibilità di svolgere un attività aerobica e intensa in breve tempo. Si trattta di vaccum trainer. Una macchina di nuova generazione. Apparentemente sembra un banale tapis roulant, ma il sistema “sottovuoto” del quale è caratterizzato, permette una “decompressione” atmosferica stimolando l’attività cardiovascolare, e accelerando il consumo di calorie fino a 3 volte rispetto a quello che si può ottenere da una semplice camminata o corsa. L’aspetto interessante di questa macchina è sicuramente il tempo, necessitano solo 30 minuti, per ottenere tutti i benefici (movimento fisico- eliminazione tossine- migliora il microcircolo- drenaggio). I nostri risultati dell’associazione alimentazione-vacuum trainer? 8\12 sedute fino a 4-6 cm; 12\24 sedute fino a 10-15 cm. Il vacuum trainer di solito è associato a dei trattamenti lipolitici estetici o medicali a seconda dell’entità dell’inestetismo, da decidere durante la prima visita conoscitiva, per poter ottenere una remise en forme completa.

 

 

 

http://obiettivobenessere.tgcom24.it/2015/04/09/ecco-un-nuovo-metodo-dimagrante-in-vista-dellestate/

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Uno spuntino… di corsa: ecco cosa mangiare prima di un allenamento

Si avvicina l’ora dell’allenamento quotidiano ma il vostro