I consigli del runner Nick Symmonds per perdere peso.

I consigli del runner Nick Symmonds per perdere peso.

- in CONSIGLIATI, WELLNESS
11892
0
Nick Symmonds of the US celebrates winning the men's 800 metres event during the London Anniversary Games International Association of Athletics Federations (IAAF) Diamond League International Athletics championships at the Olympic Stadium in London on July 26, 2013. AFP PHOTO/ADRIAN DENNIS (Photo credit should read ADRIAN DENNIS/AFP/Getty Images)

L’atleta statunitense Nick Symmonds, specializzato negli 800 metri piani, da buon professionista cura moltissimo sia allenamento che alimentazione, stando molto attento anche al peso poiché persino delle piccole variazioni possono trasformarsi in preziosi centesimi di secondo persi in gara. L’esempio del trentaduenne è interessante poiché si tratta di un ragazzo che non rinuncia ai piaceri della vita come birra e buon cibo: ci troviamo dunque di fronte ad una persona normale, che però sa rimettersi in riga quando deve prepararsi per una gara e perdere perso. E in che modo lo fa? Nick parte da un atteggiamento attivo: anzitutto odia il termine “dieta” poiché pregna di implicazioni negative e quindi demotivante; l’espressione che utilizza per riferirsi al suo regime alimentare infatti è “dare un taglio al peso“. Non si tratta di qualcosa che si subisce dunque, ma di un processo attivo. Ecco i 7 punti fondamentali.

1 – Pesarsi
La prima azione da compiere ogni giorno appena svegli: pesarsi, nudi e prima di andare al bagno. Ogni mattina le condizioni devono essere le medesime. Meglio pesarsi una sola volta al giorno in modo da non farla diventare una fissazione e soprattutto per non farsi influenzare dalle fluttuazioni di peso, che sono normali e fisiologiche.

2 – Dirlo a qualcuno
Riferire il proprio peso ad una persona di cui ci si fida aiuta a responsabilizzarsi e ad avere maggiore sostegno: può essere il proprio allenatore, un compagno d’allenamento oppure un amico. Nick ad esempio sa che il suo peso forma si attesta sui 73,5 kg e sa che è quello il suo punto di riferimento e quello a cui deve tornare se esagera.

3 – Mangiare tanto
La fame attiva quei meccanismi di difesa dell’organismo che gli fanno immagazzinare una quantità maggiore di calorie ingerite. Meglio dunque consumare pasti equilibrati e sani senza esagerare, ma farlo sino a quando non si è sazi in modo da arrivare al pasto seguente senza farsi tentare dagli snack.

4 – Fare uno spuntino solo se necessario
Come suddetto sarebbe meglio evitarli ma se si ha fame e si pensa di non avere abbastanza energie per affrontare un allenamento si può optare per una barretta o per dei pop corn: riempiono e hanno meno calorie. Oppure si può bere un caffè lungo o una tisana, perfetti per alleviare i morsi della fame.

5 – Limitare i cibi calorici
Ridurre o addirittura evitare il consumo di ciò che piace è davvero dura, persino per uno come Nick, che ammette di adorare la birra. Un buon deterrente potrebbe essere pensare a quante calorie quel cibo o bevanda comporta oppure optare per dei sostituti altrettanto buoni ma meno calorici.

6 – Bere acqua
Per perdere peso l’idratazione gioca un ruolo fondamentale: l’acqua infatti oltre a riempire lo stomaco è preziosa nelle funzioni metaboliche. Se prima di mettersi a tavola si beve, si tende a mangiare di meno anche perché lo stomaco si riempie prima.

7 – Non risparmiarti con l’allenamento
Per perdere peso l’attività fisica è necessaria. Alcune persone sono convinte che per dimagrire basti mettersi a regime ma, come afferma Nick, per quale motivo mortificarsi con una dieta quando si può “dare un taglio al peso” e consumare calorie facendo movimento e divertendosi?

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Infiammazione cellulare: come sconfiggerla in 6 mosse

Sfiammare l’organismo è fondamentale per evitare l’insorgenza di