I danni causati dalla vita sedentaria

I danni causati dalla vita sedentaria

- in CONSIGLIATI, WELLNESS
1008
0

Le comodità hanno reso “schiavo” l’uomo moderno e accanto ai vantaggi ci sono pure gli svantaggi: ecco i danni più frequenti causati dalla vita sedentaria

L’evoluzione ha portato l’uomo dal doversi muovere continuamente per poter sopravvivere – andando a caccia di animali oppure coltivando la terra – al trascorrere gran parte delle sue giornate seduto su una sedia, avendo tutto ciò di cui ha bisogno a portata di mano. Un indubbio vantaggio, ma anche una sorta di “condanna” a morte, almeno a giudicare dai danni che provoca la vita sedentaria. Solamente nell’arco dell’ultimo secolo – per fare un esempio in grado di aiutare a capire – la nostra attività fisica si è ridotta di oltre due terzi rispetto a quanto faceva l’uomo medio cento anni fa.

Stare troppo tempo fermi durante il giorno non fa affatto bene all’organismo: i muscoli, infatti, necessitano di circa 300 stimoli quotidiani per potersi sviluppare e di altri 200 circa per potersi mantenere tonici e in forma. La muscolatura è fondamentale per la salute del corpo: senza movimento, gli organi perdono progressivamente funzionalità e il cuore si riduce nelle dimensioni.

La sedia, inoltre, ci costringe a posizioni innaturali per il nostro corpo, causando problemi alla muscolatura, allo scheletro e persino alla respirazione. A lungo andare, la sedia diventa una sorta di “droga” e non se ne può più fare a meno: dopo un po’ di tempo in cui si sta in piedi, si sente il bisogno di sedersi, nonostante l’essere umano per gran parte della sua storia sulla Terra abbia fatto a meno di questo oggetto d’arredamento. 

Stare seduti, nella realtà dei fatti, è molto più dannoso che stare in piedi: i problemi alla colonna dovuti al fatto di passare molte ore su una sedia vanno dalla discopatia, alla cervicalgia, fino a sciatalgia e lombalgia. La percentuale di persone con problemi alla colonna è molto più alta nei Paesi industrializzati rispetto a quelli non industrializzati, nei quali la sedia non è l’elemento-cardine nelle giornate degli individui. Come si interviene per limitare i danni causati da una vita prevalentemente sedentaria?

Quando per lavoro ci si trova a stare seduti per molto tempo, è fondamentale alzarsi spesso e fare un minimo di movimento, anche soltanto per sgranchirsi le gambe; una soluzione davvero utile è lo scrittoio per lavorare al pc stando in piedi: si può cominciare ad usarlo gradualmente, un po’ alla volta, per poi scoprire di trovarlo decisamente più comodo rispetto alla classica scrivania e quindi lo si vorrà usare per periodi di tempo più lunghi. Il movimento, inoltre, “aiuta” il pensiero rendendo la mente decisamente più reattiva rispetto a quando ci si trova prevalentemente seduti.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Trail: 10 consigli per correre in discesa più velocemente

Nelle gare di trail che comportano lunghi tratti