I “freni” mentali che spesso limitano un runner

I “freni” mentali che spesso limitano un runner

- in CONSIGLIATI, RUNNING
372
0
Fonte immagine: http://www.the42.ie/marathon-training-mental-strength-1673546-Sep2014/

Nello sport la mente è decisiva, può aiutare a superare gli ostacoli oppure diventare un limite: ecco quali sono i “freni” mentali più frequenti in un runner

In un runner – come in qualunque sportivo – la mente può diventare un valore aggiunto per migliorare se stessi e le proprie performance oppure un limite, talvolta addirittura invalicabile. Quello che bisogna sapere è che i “freni” mentali sono molto spesso auto-imposti e liberarsene è più semplice di quanto si possa pensare. Fra gli ostacoli che sovente un runner pone a se stesso c’è l’eccessivo perfezionismo: stare attenti a tutti gli aspetti relativi a corsa e allenamento è senz’altro importante, ma mirare sempre alla perfezione assoluta può essere controproducente.

Non tutti gli allenamenti sono uguali, in alcuni ci si esprimerà al meglio e in altri si farà più fatica, rientra nella logica dell’attività fisica. Ambire sempre a fare ogni seduta in modo perfetto può portare il podista a scoraggiarsi e deprimersi quando ciò non è possibile: la perfezione è irraggiungibile e dagli errori è possibile trarre insegnamenti utili, questo è ciò che dovrebbero tener presente i runner ossessionati dal perfezionismo, che spesso va di pari passo con l’insoddisfazione.

Quest’ultima è una diretta conseguenza di obiettivi troppo ambiziosi che, se non raggiunti, provocano appunto una mancanza di soddisfazione e alla lunga frustrazione. La corsa non va vissuta come una serie di tempi da ottenere, ma come un’attività da cui trarre benessere e lo spirito competitivo, sia con gli altri che con se stessi, dev’essere sano e non “malato”, altrimenti si corre il rischio di vanificare tutti i benefici che la corsa è in grado di apportare, sia al fisico che alla mente.

Non è possibile modificare ciò che non si può controllare: raggiungere questa consapevolezza ridurrà lo stress di molti runner che vogliono avere tutto sotto controllo, pure ciò che non è umanamente controllabile. E gli sportivi sanno bene quanto possa essere deleterio lo stress nell’attività fisica… Mantenere la concentrazione in allenamento o in gara non è facile per tutti, perciò potrebbe essere utile – per quei runner che tendono a deconcentrarsi – fissare dei “mini-obiettivi” all’interno dell’obiettivo principale, in modo da mantenere sempre alte concentrazione e motivazione e riuscire così a dare il massimo senza cali dal punto di vista mentale.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Mantenere alta la velocità sino a fine gara: ecco come fare!

La tendenza a rallentare nel finale di una