Il running fa bene al corpo e anche alla mente: i neuroni si rigenerano grazie alla corsa

Il running fa bene al corpo e anche alla mente: i neuroni si rigenerano grazie alla corsa

- in CONSIGLIATI, WELLNESS
16967
0

Il running fa bene al proprio corpo, aiuta a combattere il sovrappeso, a rassodare i muscoli e ad aumentare la capacità polmonare. Tutte cose risapute: ciò che non molti sanno è che la corsa può essere un vero e proprio toccasana anche per la mente, migliorando i processi che possono portare ad una vera e propria impennata dell’efficenza del proprio cervello. La connessione che gli studiosi hanno trovato in maniera più immediata è quella tra l’efficacia della memoria e l’andare a correre con continuità. Per capire come questo sia possibile, si è scoperto che nel cervello i neuroni non sono presenti in numero finito, come si credeva fino a non molti anni fa. Possono generarsene di nuovi capaci di creare a loro volta nuove connessioni mentali. La corsa stimola la nascita di queste nuove cellule cerebrali proprio nella zona che si occupa della gestione dei ricordi e della memoria: l’ippocampo. Il running è l’attività fisica che procura i maggiori benefici al cervello, e se la corsa si protrae oltre i quaranta minuti, la produzione di nuovi neuroni non riguarda solo l’ippocampo ma anche la zona del lobo frontale.

L’attività fisica di tipo aerobico ha dunque una relazione diretta con questo tipo di processo, molto più di altri tipi di sforzo fisico, come quello correlato al sollevamento pesi in palestra. Anche concentrazione e apprendimento possono essere migliorati grazie alla corsa, a patto che essa venga effettuata con costanza e regolarità. Seguire una tabella di allenamento predefinita è molto importante, e perseguire un obiettivo a livello fisico è fondamentale anche per riuscire a tenere vivi i processi mentali che portano a raggiungere traguardi nella vita di tutti i giorni. L’allenamento della mente e del fisico porta benefici alla sfera lavorativa e a quella personale, proprio grazie ai processi di rigenerazione cellulare che vengono stimolati dal running.

Gli studiosi non si sono però di certo fermati agli effetti, ed hanno provato anche a stabilire le cause di questo processo. Perché la corsa fa bene alla mente, oltre che al fisico? Sembra ci sia una stretta correlazione col maggiore afflusso di sangue, che viene irrorato con energia durante la corsa in tutte le parti del corpo, cervello compreso. Questo permetterebbe anche di rallentare il decadimento mentale, oltre a quello fisico grazie ovviamente al maggior livello di allenamento, negli anziani che praticano running in maniera costante da molti anni. Resta poi quella sensazione di benessere che ogni runner conosce e che arriva dopo il compimento dello sforzo, a traguardo raggiunto: un processo prodotto dal rilascio di endorfine, ma che provoca un piacere che porta a praticare la corsa sicuramente con maggior piacere, e contribuisce ad accrescere la propria salute psicofisica e a rappresentare una spinta importante per mettersi scarpe e tuta ed andare a correre per mantenersi sempre in forma.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Le ripetute non sono tutte uguali

A seconda del tipo di lavoro che si