Il running può diventare uno strumento di meditazione?

Il running può diventare uno strumento di meditazione?

- in CONSIGLIATI, WELLNESS
806
0

Un’innovativa tecnica chiamata “mindful running” unisce la meditazione alla corsa, per ottimizzare i benefici che entrambe garantiscono. Ecco come funziona

Il mindful running rappresenta una nuova frontiera per quel che riguarda le tecniche pensate per il benessere psicofisico: unisce la meditazione alla corsa, assicurando così al corpo un allenamento costante e permettendo alla mente di smaltire lo stress. Nasce dalla consapevolezza ormai acquisita che il benessere è reale solo se psicofisico; se il corpo non sta bene, il malessere si ripercuoterà in maniera inevitabile sulla mente e viceversa. 

A ben guardare, il running si presta in modo particolare alla meditazione poiché il suo movimento ritmico concede alla mente degli ampi spazi meditativi, offrendo la possibilità di ascoltare appieno il proprio respiro e la cadenza dei passi. Per la meditazione in corsa, elemento indispensabile è l’ambiente che si sceglie per correre: gli spazi verdi sono di gran lunga più adatti rispetto al caos e al traffico cittadino, che con la sua frenesia e i suoi rumori non rappresenta certo la miglior location in cui meditare.

La meditazione in corsa consente di percepire in modo più profondo il proprio corpo perché ci si focalizza su di esso, attraverso l’ascolto del respiro e del passo durante l’allenamento. In questo modo si sviluppa una maggior attenzione e sensibilità verso se stessi, che con il tempo si traducono in una superiore consapevolezza di ciò che si è e di quello che si desidera raggiungere. Il tutto mentre ci si allena, mantenendo così il corpo in forma.

meditazione

Il mindful running è una tecnica innovativa nata per aiutare a gestire lo stress mentale ed è molto utile per gli sportivi, ma non solo; i benefici di tale tecnica si riversano pure nella quotidianità, ad esempio sul lavoro, e viene impiegata anche per aiutare persone con problemi di salute. In ambito sportivo, con la meditazione in corsa è possibile incrementare le capacità atletiche e ridurre la sensazione di stanchezza e fatica, migliorando così le proprie performance e di conseguenza i risultati.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Come riprendere a correre più forti di prima dopo una lunga pausa

Non lasciamoci abbattere da uno stop prolungato: ecco