Il test del piede per scegliere la scarpa più adatta

Il test del piede per scegliere la scarpa più adatta

- in CONSIGLIATI, STYLE
1188
0
Fonte immagine: http://www.sheknows.com/health-and-wellness/articles/1089165/best-running-shoes-for-high-arches

Attraverso un’attenta analisi del piede, e della propria tecnica di corsa, è possibile trovare la scarpa più adatta in base a caratteristiche ed esigenze

È in costante crescita il numero di negozi specializzati che aiutano i runner nella scelta della scarpa giusta tramite un’analisi del piede e della tecnica di corsa dell’atleta, al fine di individuare le caratteristiche di ciascun podista e indirizzarlo poi verso la scarpa più adatta anche a seconda delle esigenze e del tipo di attività per le quali verranno impiegate. In linea di massima il test si basa innanzitutto su un’analisi statica del piede, a partire dalla sua forma.

Successivamente viene effettuata un’indagine conoscitiva ponendo delle domande al runner, ad esempio da quanto tempo pratica la corsa, quanti giorni alla settimana si allena, quanti chilometri percorre settimanalmente, a cui si aggiungono quesiti mirati per individuare eventuali problemi; per questo viene domandato al podista se soffre di disturbi, fastidi o dolori alla schiena, alle articolazioni, ai piedi, oppure se porta dei plantari specifici. Questo è necessario per avere un quadro completo sul runner: più informazioni sono disponibili, maggiore sarà la facilità nell’individuare la scarpa giusta. 6-ban-running-shoes-for-women

Dopodiché si osserva la postura del podista in piedi, in particolare la stabilità e la presenza di eventuali problemi nell’appoggio; questa viene definita analisi dinamica e precede la prova dinamica, ovvero il test sulla tecnica di corsa del runner a cui vengono fornite scarpe neutre per poter correre – su tapis roulant o in strada – al ritmo che si tiene nelle normali sedute di allenamento. Visionato il modo di correre, si è in grado di ricavare informazioni utili sull’appoggio (neutro, pronatore, supinatore) e iniziare a selezionare i modelli più adatti, con cui effettuare delle prove.

In base a questa ulteriore analisi viene selezionato il tipo di scarpa migliore per il runner, in grado di supportare e proteggere adeguatamente il piede e permettere al podista di esprimersi al massimo durante la corsa, limitando inoltre eventuali problemi o infortuni. Un’analisi ancora più accurata prevede l’utilizzo di una videocamera per riprendere il test dinamico, in modo da poterlo poi analizzare al computer e avere dei riscontri ancora più precisi.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Mantenere alta la velocità sino a fine gara: ecco come fare!

La tendenza a rallentare nel finale di una