Interval training: come impostare l’allenamento

Interval training: come impostare l’allenamento

- in CONSIGLIATI, TRAINING
1111
0

L’interval training è una tipologia di allenamento molto utilizzata nel running: entriamo nel dettaglio e vediamo come impostare una seduta di questo tipo

L’interval training può essere considerato un sistema di allenamento piuttosto versatile, dato che viene impiegato non soltanto nel running ma anche in differenti discipline, come ad esempio calcio, basket, tennis e altre ancora. Si tratta di una tipologia di allenamento definita “discontinua”, vale a dire che intervalla momenti ad elevata intensità ad altri in cui invece l’intensità è minore e tali fasi vengono sfruttate per il recupero. L’interval training si rivela dunque adatto per stimolare il metabolismo anaerobico e quello aerobico

Sony SWR50 Smartwatch 3, Nero
Price: EUR 204,79
Price Disclaimer

Con un allenamento di questo tipo è possibile ottenere miglioramenti a livello cardiocircolatorio e muscolare, vediamo quindi uno schema generale su come può essere svolto tale allenamento. In linea di massima, una sessione di interval training deve essere composta da circa 15-20 frazioni veloci, chiamate ripetute, la cui lunghezza può variare da 100 a 400 metri. Si tratta, dunque, di ripetute brevi che vanno intervallate con fasi a minore intensità della durata di 1 minuto o anche inferiore.

La corsa di recupero dev’essere eseguita a ritmo lento o medio e non blando, come invece avviene nei classici allenamenti basati sulle ripetute. Per questa serie di motivi l’interval training è un tipo di allenamento adatto ad atleti già allenati e con una discreta esperienza, e si rivela invece fin troppo duro e non facile da gestire per i principianti e per coloro che hanno approcciato la corsa relativamente da poco tempo.

A seconda della gara che si intende disputare va impostato l’allenamento basato sull’interval training; chi ha in programma i 1500 metri dovrà svolgere 10 ripetute di 200 metri al ritmo dei 1000 metri, con un recupero di 200 metri. Chi sta preparando una gara sui 5 mila metri deve effettuare 12 ripetute di 400 metri al ritmo dei 3000 metri, anche in questo caso con un recupero di 200 metri. Per preparare i 10 mila metri, invece, bisogna impostare 25 ripetute di 400 metri al ritmo dei 10 mila e identico recupero di 200 metri. In tal modo sarà possibile incrementare le proprie performance a seconda della distanza di gara da percorrere.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Dolci da runner: la cheesecake al… cannolo!

Il regime alimentare di un atleta prevede pure