L’alimentazione corretta per chi si allena in pausa pranzo

L’alimentazione corretta per chi si allena in pausa pranzo

- in CONSIGLIATI, NUTRIZIONE
1118
0

Molti runner sfruttano la pausa pranzo per allenarsi: l’alimentazione va studiata in funzione dell’orario “particolare” in cui si svolge l’attività fisica

Allenarsi durante la pausa pranzo: sono numerosi i runner che approfittano di questo intervallo di tempo libero per dedicarsi all’attività fisica, poiché impossibilitati nel resto della giornata. Si tratta di un orariodelicato”, per cui l’organismo necessita di un periodo di adattamento per poter rendere al meglio e pure l’alimentazione va studiata in maniera specifica in funzione proprio dell’allenamento. Naturalmente, la pausa pranzo può essere destinata all’allenamento solo se è sufficientemente ampia.

Dal punto di vista mentale, può rivelarsi utile spezzare in due la giornata lavorativa staccando grazie alla corsa, che permette di smaltire lo stress e ripartire poi con nuove energie. Per poter dare il massimo sia al lavoro che durante l’allenamento, è necessario impostare un’alimentazione mirata nell’arco della giornata, a partire dalla prima colazione, che dev’essere abbondante: fette biscottate, oppure fette di pane, cereali, latte, yogurt con un’alternativa salata rappresentata da formaggio o prosciutto crudo. L’importante è che vi sia un apporto bilanciato di carboidrati e proteine

A metà mattina è indispensabile uno spuntino, puntando sempre su proteine e carboidrati. Ci si può affidare a barrette energetiche, più comode se si deve mangiare in ufficio, affiancando ad esse un frutto. L’apporto calorico dello spuntino dev’essere di 200 calorie circa e gli alimenti facilmente digeribili. Arriva il momento dell’allenamento, cui deve seguire il pranzo per reintegrare ciò che è stato consumato e permettere di arrivare con energie sufficienti alla cena.

Il pasto del dopo corsa deve avere un apporto calorico compreso fra 300 e 400 calorie e contenere anch’esso proteine e carboidrati insieme agli altri nutrienti. Il pranzo post allenamento può essere impostato su un piatto di pasta, non abbondante, bresaola, insalata, un formaggio che contenga pochi grassi e infine frutta fresca. In questo modo sarà possibile recuperare dallo sforzo compiuto e riprendere a lavorare senza il peso della fatica dell’allenamento svolto. Al termine della sessione, inoltre, potrebbe rivelarsi molto utile un integratore di sali minerali per contrastare la sensazione di affaticamento muscolare.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Com’è il tuo appoggio?

Affinché sia funzionale, l’appoggio dev’essere corretto a livello