Le qualità del burro d’arachidi ed alcune ricette

Le qualità del burro d’arachidi ed alcune ricette

- in CONSIGLIATI, NUTRIZIONE
4346
0

Il burro d’arachidi è uno degli alimenti americani più diffusi ed è stato conosciuto qui nel nostro Paese attraverso i film d’oltreoceano, nei quali i protagonisti ne fanno largo uso. Attualmente anche in Europa ed in Italia alcuni runner, e più in generale gli sportivi, consumano questo particolare cibo. I motivi sono la presenza di proteine e le proprietà preventive nei confronti del diabete di tipo 2 e delle patologie cardiocircolatorie. Il prodotto è composto dal 50% di grassi mono e polinsaturi, dal 25% di proteine e dal 25% di carboidrati, zuccheri e fibra vegetale. Il burro d’arachidi contiene salutari grassi insaturi (acido oleico e linoleico), potassio, ferro, fosforo, manganese, rame, zinco e magnesio, vitamine (PP, E ed acido folico), l’amminoacido arginina e fibre alimentari. Quando il prodotto viene preparato mantenendo la pellicina delle arachidi apporta polifenoli e resveratrolo, l’antiossidante presente anche nell’uva e nel vino rosso.

Il burro d’arachidi prevede una ricetta tradizionale naturale piuttosto semplice. I semi vengono tostati a 160°C, vi si aggiunge un po’ di sale, si tritano finemente e si impastano finché non si raggiunge una consistenza omogenea. Il contenuto di arachidi non dovrebbe scendere sotto il 90% con l’aggiunta di circa il 5% di olio. Il prodotto industriale contiene spesso grassi idrogenati per aumentarne la conservazione.

Viene solitamente spalmato sul pane o associato al formaggio ma può anche essere impiegato per preparare salse leggere. L’alimento è piuttosto costoso, soprattutto quello di origine biologica, ma si può anche ottenere tra le mura domestiche in combinazione con dell’olio vegetale, per renderlo adeguatamente cremoso. Una ricetta particolare prevede l’associazione con verdure, come gli spaghetti di zucchine, di riso o quelli di radice di konjac (shirataki). La preparazione degli spaghetti di zucchine richiede una macchina specifica, la spiralatrice, che può essere utilizzata anche per modellare carote, patate o altri ortaggi. La salsa per condire i vegetali è composta dai seguenti ingredienti:

– 2 cucchiai di burro d’arachidi,
– 5 cucchiai di latte di cocco,
– 1 cucchiaio d’olio,
– il succo di mezza limetta (lime),
– zenzero appena grattugiato,
– foglioline fresche di menta.

Tutti gli ingredienti devono essere posti in un frullatore o robot da cucina per renderli una crema. È possibile aggiungere pepe o peperoncino per darle un gusto più forte. Al posto del latte di cocco si può utilizzare della panna vegetale. La crema conferisce un gusto eccellente alle vellutate, ma anche a carote, asparagi e broccoli. È ideale per varie verdure lesse e crude (insalate). Se si vogliono limitare i grassi si può togliere l’olio, sostituendolo con un quantità maggiore di succo di limetta ed eventualmente anche la buccia del frutto per farla diventare più fresca. Nonostante la grande semplicità, la salsina è davvero molto gustosa.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Trail: 10 consigli per correre in discesa più velocemente

Nelle gare di trail che comportano lunghi tratti