Le regole da seguire per diventare un runner

Le regole da seguire per diventare un runner

- in CONSIGLIATI, RUNNING
755
0
Fonte immagine: http://womensrunning.competitor.com/2015/10/training-tips/8-tips-to-become-a-morning-runner_48462#MvjU6f4YSfHqbO6G.97

Diventare un runner è meno difficile di quanto si possa pensare: basta seguire poche regole quando si inizia per non sbagliare e partire con il piede giusto

La prima regola per diventare un runner prevede che nelle prime uscite dopo un periodo – più o meno lungo – di inattività non si corra bensì si cammini e questo serve per riattivare i muscoli e cominciare a far abituare il fisico al nuovo tipo di attività. Non appena si iniziano ad inserire tratti di corsa nelle camminate, dapprima brevi poi via via sempre più lunghi, bisogna provvedere alle scarpe che devono supportare adeguatamente il piede. Se si può contare sull’amicizia con un runner esperto ci si può rivolgere a lui, altrimenti in un negozio specializzato non si avranno problemi nel trovare la calzatura giusta.

runner sunrise

Un’altra indicazione da seguire per gli inizi è quella di evitare di correre per due giorni consecutivi, poiché il fisico necessita del giusto tempo per recuperare e il riposo non può che far bene alle gambe, in particolare quando vengono sollecitate dopo un periodo di inattività. Ciò che gli aspiranti runner devono sapere è che il running non mente e non si può barare: chi corre per perdere peso non deve vestirsi in maniera eccessiva, pensando così di sudare di più e dimagrire prima, anche perché si tratta di una convinzione errata e ampiamente smentita. Causare sudorazione eccessiva non fa dimagrire ma mette a rischio la salute.

I tratti di corsa devono essere affrontati all’inizio a ritmo non elevato, vale a dire che si deve essere in grado di sostenere una conversazione; non bisogna correre fino ad avere il fiatone, e si respira sia con il naso che con la bocca. In caso di fiato corto, si recupera camminando per poi riprendere a correre. Sempre per evitare di sollecitare troppo le articolazioni, sarebbe preferibile nelle prime fasi correre su superfici morbide come gli sterrati o le piste d’atletica, evitando quelle troppo dure; solo in un secondo momento ci si potrà cimentare anche sulle superfici più dure come asfalto e cemento. Infine, nelle prime uscite meglio lasciare a casa auricolari e lettori musicali per concentrarsi sull’ascolto di se stessi e del corpo, per capire come reagisce alla corsa e anche per conoscere meglio il proprio fisico, una delle tante cose che il running consente di fare.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Trail: 10 consigli per correre in discesa più velocemente

Nelle gare di trail che comportano lunghi tratti