L’importanza del sonno per i runner

L’importanza del sonno per i runner

- in CONSIGLIATI, RUNNING
346
0
Fonte immagine: http://www.prischew.com/sports/running/scms-unorthodox-tips-by-pulham/

Dormire è fondamentale per tutti, e in particolare per chi fa attività fisica: con un sonno di qualità, infatti, la corsa ci guadagna. Scopriamo perché

Per potersi esprimere al massimo nella corsa, l’allenamento è una componente imprescindibile ma lo sono altrettanto il riposo e il sonno. Per allenarsi al meglio, infatti, non bisogna essere stanchi, altrimenti ne risente la qualità dell’allenamento stesso. Il poco sonno danneggia la corsa poiché influisce in maniera negativa sul metabolismo del glucosio, rallentando il ripristino dei tessuti muscolari sollecitati durante l’esercizio fisico. Entrando nello specifico, il sonno è ancora più importante per chi si allena su distanze lunghe.

Non è un caso, dunque, se gli esperti consigliano in media 6-8 ore di sonno per gli atleti e specificano che bisognerebbe dormire almeno un’ora in più dopo allenamenti o gare particolarmente lunghi e intensi. Lo scarso sonno danneggia l’organismo su più livelli, poiché incide anche sul sistema immunitario: coloro che dormono meno di 6 ore per notte, infatti, vantano una protezione immunitaria del 50% inferiore in confronto a chi dorme per circa 8 ore a notte.

sleeping_runner-FB

È inevitabile, dunque, che le prestazioni risentano dello scarso riposo e in particolare del poco sonno. Ma gli effetti negativi di dormite insufficienti si ripercuotono non soltanto a livello fisico: chi dorme poco in genere presenta malumore ed ansia e risulta facilmente irritabile, tutti aspetti che si legano poco con l’esigenza di serenità per poter affrontare una gara o un allenamento nelle condizioni ottimali. Per questo diventa di grande importanza per un atleta il ciclo sonno-veglia.

È essenziale avere degli orari regolari, andando a dormire e svegliandosi più o meno sempre alla stessa ora tutti i giorni, compreso il fine settimana. Gli atleti che non riescono a dormire bene prima di una gara a causa della tensione non devono però preoccuparsi: una notte insonne o con sonno insufficiente non è un problema; alcuni studi hanno infatti dimostrato che gli effetti negativi del poco riposo non si fanno sentire immediatamente, ma solo dopo due giorni. In gara, insomma, non si avranno svantaggi dal sonno non adeguato della notte precedente.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Dolci da runner: la cheesecake al… cannolo!

Il regime alimentare di un atleta prevede pure