Mettere in pratica i buoni propositi in tre step

Mettere in pratica i buoni propositi in tre step

- in CONSIGLIATI, TRAINING
555
0

Pianificare traguardi intermedi, resettare e cambiare alimentazione: ecco le tre regole d’oro per chi vuole raggiungere i propri obiettivi sportivi.

Elencarli è facile, ma metterli in pratica è tutta un’altra storia. Parliamo dei buoni propositi, quelli che tutti, volenti o nolenti, sono soliti formulare allo scoccare della mezzanotte dell’anno nuovo. L’entusiasmo, al risveglio, è quasi sempre alle stelle. Con 365 giorni davanti a sé ci si sente forti e temerari come non mai. I problemi iniziano quando si ricomincia con la solita routine tutta casa e lavoro. È in quel momento che lo sportivo, o aspirante tale, si rende veramente conto che sarà difficile dare un seguito ai buoni propositi, perché incastrare la palestra o il running tra i massacranti turni del call center, tanto per fare un esempio, non è facile come si pensa. Raggiungere gli obiettivi, tuttavia, è possibile. L’essenziale è che non siano troppo ambiziosi e che ci s’impegni fino in fondo. Come? Siamo qui per dirvelo.

La prima cosa da fare è pianificare dei traguardi intermedi. Puntare ad un obiettivo irrealizzabile provoca sfiducia e paura, ragion per cui è meglio accontentarsi e muovere un passo dopo l’altro senza troppa fretta. Così arriverete gradualmente, ma già fieri e gratificati, a quello che è il vostro scopo finale. Il secondo consiglio è quello di resettare completamente il proprio modus operandi. Strano a dirsi, ma raggiungere un obiettivo è più semplice se si vive in maniera rilassata e in un ambiente che comunichi pace e serenità. Se siete dei disordinati cronici provate a mettere tutto a posto, buttare un po’ di cose inutili e ripensare la stanza in cui vivete o lavorate: vi aiuterà a concentrarvi meglio e vi farà risparmiare tempo utile, visto che cercare oggetti e scartoffie nel caos è sempre un’impresa che porta via un bel po’ di preziosi minuti. Nel caso in cui, invece, siate degli sportivi che intendono perseguire dei nuovi obiettivi, ricominciate daccapo mettendo in ordine l’abbigliamento e le scarpe per il running. Gettate quel che non vi serve più, poi elaborate un mantra al quale ricorrere quando tutto vi sembrerà buio e insormontabile. Vi aiuterà tanto nei momenti in cui avrete perso di vista i risultati già raggiunti e quelli che volete centrare nel corso dell’anno nuovo.

landscape-1456307565-gettyimages-96417558

Il terzo consiglio riguarda espressamente i runner o, più in generale, gli sportivi. Per mettere in pratica i buoni propositi non è sufficiente allenarsi con tenacia, ma badare a tutto quello che influisce sulle prestazioni. L’alimentazione, ad esempio, perché seguire un regime adatto allo stile di vita di un atleta non è affatto semplice. Richiede preparazione e una certa cultura in termini di cibo, cose che non s’improvvisano certo da un giorno all’altro. È proibito, quindi, tentare la strada della dieta fai da te. Meglio affidarsi alle mani sapienti di un nutrizionista, che elaborerà un piano alimentare sulla base delle vostre esigenze e richieste. Otterrete, così, una forma fisica invidiabile, ma non solo, perché seguire la dieta prescritta da uno specialista del settore v’insegnerà a mangiare bene senza mai più commettere gli errori del passato.

 

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Uno spuntino… di corsa: ecco cosa mangiare prima di un allenamento

Si avvicina l’ora dell’allenamento quotidiano ma il vostro