Per poter correre bisogna essere… pronti

Per poter correre bisogna essere… pronti

- in CONSIGLIATI, RUNNING
608
0
Fonte immagine: https://www.nytimes.com/2016/12/14/well/move/running-as-the-thinking-persons-sport.html?_r=0

Nonostante sia uno sport alla portata di tutti, la corsa non è affatto un’attività facile e per poterla praticare bisogna essere pronti. Vediamo perché

Il running è un’attività alla portata di tutti e relativamente facile, dato che richiede solo… un paio di gambe! Piano, non è tutto così facile: sicuramente la corsa richiama un numero sempre crescente di praticanti poiché è davvero alla portata di chiunque, ma per poterla praticare non bastano soltanto due gambe, bisogna essere pronti poiché si tratta di un’attività esigente e soprattutto “onesta”, alla quale approcciarsi in maniera seria e non soltanto perché è la più “accessibile”.

Un dato può aiutare a capire meglio di cosa si parla: la percentuale di persone che praticano running e che si infortunano ogni anno raggiunge circa l’80%, vale a dire che solo un quinto dei runner al mondo è immune da infortuni e problemi fisici. Si tratta di una percentuale altissima e che cresce anno dopo anno, nonostante i podisti dispongano di ogni tipo di supporto – tecnologico e non – per correre nelle migliori condizioni possibili.

beneficios-del-running-3

Come mai si verifica questa sorta di “epidemia” di infortuni? Molto semplicemente perché spesso ci si approccia alla corsa con troppa superficialità, passando direttamente dalla scrivania dell’ufficio e dal divano alla strada o alla pista, senza essere adeguatamente pronti. Inoltre, altrettanto spesso la corsa non è vista come un momento di piacere e di ricerca del benessere, ma come un semplice mezzo per raggiungere un risultato, ad esempio dimagrire oppure coprire una distanza in un determinato lasso di tempo.

Partire da zero significa non essere pronti strutturalmente a sopportare gli sforzi che la corsa richiede, ed è così che si espone il fisico al pericolo infortuni; per questo è importante predisporre il corpo allo sforzo, attraverso esercizi di stretching e iniziare prima a camminare, per riattivare gradualmente il fisico, e solo dopo a correre. In questo modo si potrà davvero essere pronti a fare attività fisica, non finendo in quell’80% di persone che ogni anno si fanno male per troppa faciloneria.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Dopo la corsa? Una bella birra!

Per dissetarsi al termine di una corsa o