Perdere due chili in una settimana? Si può: ecco come

Perdere due chili in una settimana? Si può: ecco come

- in CONSIGLIATI, NUTRIZIONE
698
0
Fonte immagine: http://suitup4activelife.blogspot.it/2014/

Perdere un paio di chili in 7 giorni è possibile? Sì, grazie alla cosiddetta “dieta del dieci”, efficace e senza pericoli per la salute: ecco come funziona

Dai tempi del film “7 chili in 7 giorni” tante cose sono cambiate in fatto di alimentazione: in quella pellicola di metà anni ’80 Carlo Verdone e Renato Pozzetto si improvvisarono nutrizionisti, aprendo un centro dimagrante che prometteva di far perdere sette chili in una settimana, a suon di digiuno ed esercizio fisico. L’idea del digiuno poteva essere allora considerata efficace per perdere peso, ma oggi anche i meno esperti in fatto di alimentazione sanno che digiunare è uno dei sistemi peggiori per dimagrire. Tuttavia esistono delle diete che consentono di perdere peso in maniera graduale e progressiva, e soprattutto senza mettere a repentaglio la salute.

È il caso della “dieta del dieci”, che permette di perdere 2 chili in una settimana attraverso delle semplici modifiche al proprio regime alimentare; può rivelarsi utile per quei runner che prendono un po’ di peso dopo essere stati fermi a causa di un infortunio. È un sistema applicabile solo nei casi in cui si necessita di perdere un paio di chili di troppo e che non va a sostituire un piano alimentare personalizzato e studiato dal nutrizionista.

sss

La prima modifica riguarda l’eliminazione delle bevande dolcificate, fonti di calorie difficili poi da smaltire, e degli integratori, che per una settimana possono essere accantonati se non si effettuano allenamenti lunghi. Vanno ovviamente esclusi dalla dieta gli alcolici di qualunque tipo, insieme ai prodotti di pasticceria: in sostanza, niente aperitivi fuori e colazione al bar (regole che dovrebbero valere in generale per un runner e non solo durante il periodo della dieta).

In particolare, il regime alimentare della settimana dedicata alla dieta dovrebbe prevedere delle proteine a colazione, così da evitare un incremento rapido della concentrazione di glucosio nel sangue; si potrebbe optare per centrifugati di frutta con proteine in polvere, oppure yogurt greco magro. Ridurre al minimo, o meglio ancora eliminare, lo zucchero da tè e caffè; allo stesso modo eliminare il pane e la pasta preparati con farina raffinata, preferendo farine e cereali integrali.

Evitare di usare l’olio per condire gli alimenti, optando per spezie e aceto nell’insalata. Va ridotto o eliminato totalmente anche il formaggio, per via del suo elevato contenuto di grassi. Dev’essere incrementato invece il consumo di carne bianca, rispetto a quella rossa, e di pesce, in quanto si tratta di alimenti più magri e meno calorici. Infine, è consigliato aumentare il consumo di acidi grassi omega3, includendo nella dieta i cibi che li contengono, come ad esempio salmone, pesce azzurro, semi di chia e frutta secca oleosa. Seguendo questi consigli sarà possibile perdere un paio di chili in una settimana, evitando le conseguenze negative a cui andarono incontro i pazienti della clinica di Pozzetto e Verdone…

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Allenamenti… alternativi per migliorare

Il miglioramento passa dalla costanza e dall’applicazione, ma