Quando correre diventa “terapeutico”: ecco tutti i benefici del running per migliorare la salute

Quando correre diventa “terapeutico”: ecco tutti i benefici del running per migliorare la salute

- in CONSIGLIATI, WELLNESS
553
0

Praticare running può rappresentare, per chi soffre di alcune patologie, una valida terapia alternativa per raggiungere un buono stato di benessere psicofisico.

Nonostante molti appassionati si avvicinino al mondo del running con l’intento di mettersi alla prova a livello agonistico, è in continua crescita il numero di coloro che corrono semplicemente per migliorare il benessere psicofisico: infatti, fare attività fisica aiuta a prevenire alcune malattie ma rappresenta anche un valido “programma terapeutico” per curare problemi di salute quali patologie croniche e la sindrome metabolica.

LA SINDROME METABOLICA – Quando si parla dell’importanza del running per la salute bisogna fare innanzitutto una premessa: il training va calibrato sulle esigenze di ognuno e sugli obiettivi terapeutici da perseguire. Dunque, al pari di un farmaco, la corsa va “somministrata” nelle giuste dosi, allenandosi in modo corretto e senza guardare ai riscontri cronometrici. Ad esempio, fare sport è uno dei modi migliori per curare una sindrome metabolica, ovvero quella situazione clinica i cui fattori di rischio sono legati a diabete, obesità e patologie cardiache. Ad esempio, per il diabete (indipendentemente che si tratti di quello di “Tipo 1” insulinodipendente o di “Tipo 2” che interessa la terza età) è importante associare alla terapia insulinica e alla dieta anche una moderata attività fisica: tuttavia, va prestata attenzione ai carichi di lavoro che potrebbero causare ipoglicemie o un “effetto rimbalzo” della glicemia stessa al termine dell’allenamento.

hero_running_watch

PESO E IPERTENSIONE – Come detto, correre è fondamentale anche per chi è in sovrappeso: sotto la guida di un dietologo e di un esperto di Medicina dello Sport si può programmare un regolare ritorno al peso-forma senza sovraccaricare le articolazioni e rischiare degli infortuni. Inoltre, una diminuzione della massa grassa migliora il “metabolismo basale” e facilita anche, nel caso dei diabetici, l’assorbimento dell’insulina; non ultimo, va tenuto presente che il running permette di consumare, per ogni chilometro percorso, una caloria per ogni chilogrammo di peso. Un altro effetto benefico è legato al contenimento dell’ipertensione arteriosa e delle conseguenti complicazioni cardiovascolari: prima di scendere in pista, è necessario sottoporsi però a un test elettrocardiografico per scoprire la frequenza cardiaca oltre la quale la pressione potrebbe alzarsi troppo durante il training.

Woman Running In Countryside Wearing Earphones

MIGLIORARE LO STILE DI VITA – Infine, non va sottovalutato il contributo decisivo della corsa nel modificare lo stile di vita, nonché gli evidenti benefici nel raggiungere un buon equilibrio psicofisico. Nel primo caso ogni runner sa che, se vuole allenarsi con serietà e non inficiare le prestazioni, deve dire addio al fumo e all’alcool, abbracciando uno stile di vita meno sedentario e legato a questi vizi. Dal punto di vista prettamente psicologico, diversi esperti consigliano di affiancare delle sessioni di running alla classica terapia farmacologica per combattere la depressione: il senso di euforia che dà la corsa all’aria aperta rappresenta infatti un piccolo mattoncino nella battaglia che tante persone affrontano contro il “male oscuro”. Infine, è risaputo che correre regolarmente è utile nel caso di difetti posturali e di patologie legate alla schiena (lombalgie) e alle gambe (artrosi, gonartrosi, ecc.), ovvero la parte del corpo più sollecitata durante lo sforzo fisico.

 

 

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Allenarsi al coperto: suggerimenti utili

Con l’arrivo della brutta stagione e del maltempo,