Quanto si deve correre per riuscire a dimagrire?

Quanto si deve correre per riuscire a dimagrire?

- in CONSIGLIATI, WELLNESS
2130
0
Fonte immagine: http://trashic.com/2014/04/schema-di-allenamento-corsa-10-chilometri/

È la domanda più gettonata e diffusa fra coloro che decidono di correre per perdere peso: qual è il chilometraggio necessario per raggiungere l’obiettivo?

La stragrande maggioranza delle persone che inizia a correre lo fa per rimettersi in forma ed eliminare i chili di troppo: scegliere il running è cosa buona e giusta, ma non si può ridurre tale attività al semplice smaltimento del peso eccessivo. La corsa è ben di più, dato che può garantire numerosi benefici a livello psicofisico e dunque si rivela molto utile per ragioni di salute più che per il semplice discorso legato all’estetica, importante certo ma secondario rispetto al benessere dell’organismo.

La corsa è un’attività particolarmente indicata per dimagrire poiché consente di bruciare i grassi attraverso il movimento: gli zuccheri e i lipidi vengono impiegati dai muscoli come fonte di energia durante lo sforzo fisico, attingendo il “carburante” di cui necessitano da due diversi “serbatoi” che si trovano nel nostro organismo, quello riservato ai grassi e quello degli zuccheri, appunto. Il primo svolge la funzione di riserva di energia nel lungo periodo, il secondo invece è quello dell’energia immediatamente disponibile.

Il serbatoio degli zuccheri, o glucidi, ha una capacità decisamente più limitata rispetto all’altro e sono sufficienti uno o due pasti a base di carboidrati per riempirlo. Una volta raggiunta la massima capacità nel serbatoio dei glucidi, gli zuccheri ingeriti vengono trasformati in grassi per poter essere immagazzinati nell’altro serbatoio. Durante la corsa, dunque, è necessario “svuotare” il serbatoio degli zuccheri affinché l’organismo inizi a consumare l’energia contenuta nell’altro serbatoio: in questo modo è possibile eliminare i chili di troppo.

Se si corre esclusivamente per dimagrire, bisogna quindi consumare la maggior quantità di energia possibile: in maniera spicciola, bisogna coprire quanti più chilometri si è in grado di percorrere, trovando un buon passo e mantenendolo il più a lungo possibile, senza preoccuparsi della velocità o dell’intensità dello sforzo e compatibilmente con il proprio livello di allenamento. Maggiore è la distanza che si percorre, più sarà elevato il consumo di energia (che l’organismo preleverà dal serbatoio degli zuccheri prima e da quello dei grassi successivamente).

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Uno spuntino… di corsa: ecco cosa mangiare prima di un allenamento

Si avvicina l’ora dell’allenamento quotidiano ma il vostro