Running: fare i conti con la mancanza di motivazione

Running: fare i conti con la mancanza di motivazione

- in CONSIGLIATI, RUNNING
2827
0

Dopo qualche tempo può capitare che un runner si trovi a che fare con un calo di motivazione: come si interviene per ritrovare voglia e determinazione?

Ci sono runner che, dopo un po’ che praticano la corsa, si ritrovano a condividere una sensazione comune: la mancanza di motivazione. Se la passione per la corsa non è viscerale, ci si può ritrovare a non avere più la grinta e la voglia iniziale nell’indossare le scarpe da corsa e mettersi in movimento. L’aspetto curioso è che, molto spesso, il modo di ragionare dei podisti demotivati è lo stesso: tendono ad enfatizzare i fattori negativi (mancanza di tempo, troppe cose da fare etc) che impediscono di correre e sono portati ad ignorare i benefici che la corsa è capace di assicurare. 

Il punto fondamentale per ritrovare la motivazione e la spinta a correre risiede proprio in tale aspetto: “ribaltare” il punto di vista negativo o quanto meno cercare di osservare le cose con maggiore obiettività; certo, le cose da fare durante la giornata sono tante, ma ritagliarsi uno spazio solo per se stessi, e farlo grazie alla corsa, è fondamentale. Di sicuro il running è fatica, ma è capace di regalare benessere sia fisico che mentale.

Evidenziare i vantaggi e gli elementi positivi di un’attività è ciò che serve per trovare nuovi stimoli e riaccendere la propria motivazione. Potrebbe rivelarsi utile anche mettere per iscritto i vantaggi e i benefici che si possono ricavare grazie alla corsa, così da renderli “visibili” e più convincenti ai fini della ricerca della motivazione. Si tratta di un esercizio piuttosto semplice e che può apparire inefficace a prima vista, ma sono i mental coach i primi a consigliarlo a coloro che devono ritrovare la voglia di fare una determinata attività.

In genere è questo il primo passo per riaccendere una passione sopita: ricordare quali erano i fattori che hanno spinto a praticare la corsa e riscoprire quel piacere che il tempo e la routine quotidiana hanno fatto un po’ scemare. Esaltare gli aspetti positivi sarà lo stimolo migliore per il cervello, per aiutarlo a vincere la pigrizia che nelle persone demotivate tende a prendere il sopravvento. La passione per la corsa può rinascere anche da un semplice pezzo di carta!

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Dopo la corsa? Una bella birra!

Per dissetarsi al termine di una corsa o