Running: le posture da evitare

Running: le posture da evitare

- in CONSIGLIATI, WELLNESS
678
0
Fonte immagine: http://www.brostorun.com/come-correre-bene-la-postura-consigli.php

Dalla postura dipende l’efficienza del gesto atletico di un runner, per questo motivo essa è fondamentale: vediamo quali sono quelle da evitare assolutamente

La postura, sottovalutata soprattutto dai runner principianti, è in realtà un elemento fondamentale nell’equilibrio generale della corsa, poiché da essa dipende l’efficienza del gesto atletico. Una postura corretta permette infatti di correre più velocemente, sentire meno la fatica e limitare il rischio di farsi male. Modificare una postura scorretta, però, non è semplice: vediamo quali sono quelle da evitare e soprattutto come fare per correggerle.

Non sono pochi i runner che corronoseduti”, ovvero col bacino inclinato in avanti e una falcata meno ampia del dovuto; si tratta di una posizione doppiamente scorretta, poiché incrementa la fatica ed il pericolo di infortuni. Per correggerla, il sistema da adottare è poco “ortodosso”: mentre si corre bisogna incrociare fra loro le dita delle due mani e distendere le braccia al di sopra della testa, mantenendole tese. Questa correzione servirà a ristabilire il corretto allineamento fra bacino e anche.

Good-posture-running

Altrettanto diffuse sono le spalle incurvate, postura che penalizza il movimento delle braccia e a cascata causa problemi all’intero gesto atletico. È necessario rilassare le spalle, facendo dondolare le braccia tenendole distese lungo i lati del corpo mentre si corre; in questo modo si otterrà un doppio effetto positivo: il rilassamento delle spalle, e di conseguenza del collo e della zona superiore della schiena, e capire il corretto movimento delle braccia durante la corsa.

Infine la corsa a testa bassa: è sufficiente darsi un’occhiata intorno quando ci si allena per notare quanto è elevata la percentuale di runner che corrono mantenendo bassa la testa. Il più delle volte l’inclinazione della testa comporta un’inclinazione del busto, che invece deve rimanere dritto. Fortunatamente questa postura errata può essere modificata facilmente: è sufficiente mantenere dritta la testa, in modo da tenere il giusto allineamento fra le diverse parti del corpo. Testa dritta ovviamente non significa occhi per aria: bisogna guardare in avanti, in modo da notare eventuali ostacoli ed avere così il tempo sufficiente per evitarli.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Dolci da runner: la cheesecake al… cannolo!

Il regime alimentare di un atleta prevede pure