Running: l’importanza delle informazioni verificate

Running: l’importanza delle informazioni verificate

- in CONSIGLIATI, RUNNING
484
0
Fonte immagine: http://www.atletanotizie.it/podistica-benevento-trofeo-citta-di/

Chi si appassiona al running, spesso diventa anche un lettore di tutto ciò che riguarda questa attività: occhio, però, all’attendibilità delle informazioni

Diventare un runner non significa solamente infilare le scarpe e mettersi a correre, ma anche documentarsi su tutto ciò che riguarda la propria disciplina. Sono tantissimi, infatti, i podisti che affiancano agli allenamenti una ricerca costante di informazioni, suggerimenti, consigli e notizie che riguardano il running, affinché la preparazione fisica vada di pari passo con quella “culturale” relativa all’argomento. La corsa, poi, è “interessante” non solo da vivere, ma anche da leggere, perché consente di approfondire la conoscenza di se stessi e degli altri, attraverso racconti e aneddoti che provengono da persone che condividono la stessa passione.

Quando si tratta di informazioni, però, è necessario prestare grande attenzione, poiché leggere qualcosa che si rivela poi essere errato o non completamente esatto potrebbe essere pericoloso per chi si fida di schemi, programmi di allenamento o dati che ha letto o sentito senza verificare l’attendibilità dell’informazione stessa. Innanzitutto è bene fare una distinzione fra consigli e informazioni: i primi sono semplici suggerimenti che non vanno seguiti sempre alla lettera, ma “adattati” a seconda delle proprie esigenze e caratteristiche

alimentazione-podista

Le informazioni, invece, riportano dati più oggettivi e dunque maggiormente affidabili, ma è necessario assicurarsi che si tratti di indicazioni attendibili, che provengano da fonti verificate. I siti specializzati, che si occupano quindi di running in tutte le sue sfaccettature, offrono spunti utili e quando propongono indicazioni o consigli riportano le fonti mediche o scientifiche, per cui possono essere considerati attendibili.

Non lo sono, invece, tutti quei siti o pagine social che riportano schemi o dati senza però precisare come siano stati ricavati e se ci sia stata o meno una ricerca scientifica dietro, quindi nemmeno specificando da chi è stata condotta e dove è stata pubblicata. Molto spesso è proprio qui che nascono i luoghi comuni e le leggende che riguardano il running e che spesso traggono in inganno i podisti alle prime armi, che commettono errori convinti di fare la cosa giusta. Come in tutti gli ambiti che riguardano il benessere, la salute e l’integrità del fisico, l’autorevolezza delle fonti è fondamentale per non mettere a repentaglio il proprio stato psicofisico.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Mantenere alta la velocità sino a fine gara: ecco come fare!

La tendenza a rallentare nel finale di una