Social Network: un bene o un male per i runner?

Social Network: un bene o un male per i runner?

- in CONSIGLIATI, RUNNING
364
0

I social network possono essere utili ma al tempo stesso dannosi, ecco quali sono i pro ed i contro per un runner esperto

Al giorno d’oggi, i social network sono sempre più comuni e fanno parte della vita quotidiana. Molti si chiedono però, se i social network siano positivi oppure negativi per le loro attività fisiche, come il running e lo jogging. Per comprendere meglio questa tematica occorre analizzare diversi aspetti e situazioni nelle quali un runner potrebbe imbattersi navigando sui social network.

Gli aspetti positivi riguardano prevalentemente la caratteristica fondamentale dei social network. Per capire meglio questo punto, occorre menzionare la funzione principale di questi speciali portali: la comunicazione con gli altri. Pubblicando su di essi, tutti i propri amici potranno conoscere i vari hobby che si praticano e magari utilizzando i social network sarà più facile organizzare corse in compagnia. Un altro aspetto positivo riguarda il fatto che sui portali di comunicazione più famosi, ad esempio Facebook, esiste la possibilità di iscriversi a gruppi composti da runner esperti dove sarà possibile scambiarsi consigli su alimentazione e percorsi oppure magari sarà più semplice organizzare ed iscriversi a gare.

Female friends in discussion while stretching before early morning run

Gli aspetti negativi sono diversi ed alcuni di questi potrebbero davvero minare alla carriera dei runner. Uno di questi è l’attività di mandare messaggi durante la corsa o postare troppe fotografie durante il running. Questo potrebbe scombussolare il ritmo del percorso, fare accumulare stanchezza eccessiva e sprecare ore di allenamento. Inoltre, rimanere in contatto eccessivo con i propri amici potrebbe far organizzare un allenamento sbagliato, creando competizione inutili oppure sovraccaricandosi di lavoro stressando i muscoli. Oltre a ciò, usare eccessivamente i social network potrebbe portare una pigrizia eccessiva facendo nascere la tendenza di restare a casa ed utilizzare i dispositivi tecnologici piuttosto che scendere per praticare una sana attività sportiva.

selfierun

Riassumendo il tutto, occorre ricordare che i social possono essere uno strumento con tanti pro se usato con equilibrio. Questi speciali siti web infatti, permettono di stringere amicizie con persone che condividono l’amore per la corsa e consentono l’organizzazione di gare ed eventi in modo rapido e semplice. Al contrario, se vengono utilizzati in eccesso possono soltanto aumentare lo stress e sconvolgere il ritmo di lavoro di ogni runner, in modo del tutto negativo, accentuando la pigrizia, un difetto che ogni sportivo che si rispetti dovrebbe decisamente evitare.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Dolci da runner: la cheesecake al… cannolo!

Il regime alimentare di un atleta prevede pure