Sono schiavi della bilancia ma snobbano il fitness

Sono schiavi della bilancia ma snobbano il fitness

- in CONSIGLIATI, WELLNESS
439
0

Un’indagine accende i riflettori sul rapporto malato che molti italiani hanno col proprio peso

Gli italiani sono ossessionati dalla bilancia. A rivelarlo è un’indagine su scala mondiale che fa riferimento a circa ottomila persone, duemila delle quali di nazionalità italiana, di età compresa tra i 18 e i 65 anni. La ricerca svela che il 19% dei soggetti coinvolti si peserebbe ogni giorno per tenere sotto controllo la propria forma fisica. Sono schiaccianti i dati relativi agli abitanti del Bel Paese che, come gli olandesi, i britannici e i francesi, sono quelli più chiaramente ossessionati da quella che, in realtà, non è affatto una buona abitudine.

Gli italiani, in media, stando a quanto emerso, si pesano all’incirca 111 volte l’anno. Fanno ancora peggio, naturalmente, gli appassionati di fitness e i runners, che si sottopongono ancor più frequentemente al severo giudizio della bilancia. Chi si allena due volte al giorno si pesa, in media, 218 volte ogni 365 giorni. Chi va in palestra di rado, invece, un giorno a settimana per esempio, controlla il proprio peso solo 80 volte l’anno. Eppure, le persone intervistate non reputano che si tratti di un’ossessione, quanto, più semplicemente, di un atto finalizzato a farsi del bene. Il 34% dei soggetti coinvolti nella ricerca ammette di farlo perché ci tiene al proprio stato di salute, il 16% lo fa in concomitanza con un regime alimentare dietetico, per tenere sotto controllo le variazioni di peso nella speranza di vederlo scendere di giorno in giorno, mentre il 30% associa questo rapporto così stretto con la bilancia al desiderio di migliorare la propria forma fisica e di regalarsi un corpo più tonico e snello.

Beurer 74817 BF Bilancia Diagnostica
List Price: EUR 38,93
Price: EUR 33,28
You Save: EUR 5,65
Price Disclaimer

Il dato più interessante di questa indagine, in ogni caso, riguarda l’attività fisica. Un quinto degli intervistati, che corrisponde al 59% degli italiani che hanno collaborato alla ricerca, confessa sconsolato di non essere assolutamente in grado di conciliare un regime alimentare dietetico all’allenamento regolare. Qualcuno accampa scuse pur di non ammettere a se stesso e agli altri di essere un incorreggibile pigrone che sbadiglia al sol pensiero di dover varcare la soglia di una palestra. Qualcun altro sostiene di essere così impegnato da non avere un attimo per allenarsi, mentre solo il 50% delle persone intervistate dichiara di condurre una vita sedentaria e di non avere alcuna voglia d’infilarsi tuta e scarpe da tennis per andare a sudare e faticare. Un terzo degli italiani che hanno risposto alle domande rivolte loro dagli operatori dell’istituto di ricerca hanno rivelato, inoltre, di essersi affidati, almeno una volta nella vita, ad un aiuto esterno di tipo tecnologico. I cosiddetti fitness tracker, per intenderci, che dopo soli cinque mesi, questa la media, sono stati riposti in un cassetto a prender polvere.

Le diverse risposte fornite fanno emergere, dunque, un’inequivocabile verità. Pochi, pochissimi, dei soggetti intervistati hanno le idee chiare in merito a quale sia la via per raggiungere il benessere fisico. Molti si impegnano per capirlo, ma non hanno le benché minima idea di quali siano le pratiche da adottare per perseguire gli obiettivi che si pongono. Lo dimostra il fatto che l’85% citi l’indice di massa corporea nei propri discorsi, ma che solo il 42% sia a conoscenza del significato corretto del termine composizione corporea.

 

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Si dimagrisce anche correndo con il freddo?

Sono in tanti a pensare che per perdere