Tecnica di corsa: come migliorarla per andare più forte

Tecnica di corsa: come migliorarla per andare più forte

- in CONSIGLIATI, TRAINING
1985
0

Lavorare sulla tecnica di corsa è fondamentale per correre nella maniera giusta e migliorare le prestazioni. Scopri come farlo attraverso alcuni suggerimenti.

Affinare la propria tecnica di corsa è la chiave giusta per poter correre nel modo giusto e riuscire ad andare più forte. Ma in che modo si interviene sulla tecnica di corsa? La prima cosa da imparare è che bisogna limitare gli sforzi, ovvero far sforzare l’organismo il meno possibile durante la corsa per poter rendere al meglio. Il miglioramento della tecnica punta proprio su tale aspetto.

Imparare a correre nel modo giusto significa riuscire a fare correttamente poche cose, che se fatte bene miglioreranno il rendimento generale quando si corre. Soprattutto i principianti e chi ha cominciato da poco a correre devono concentrare la loro attenzione su alcuni elementi della corsa e del proprio fisico, per capire in che modo impostare le cose in maniera da ridurre gli sforzi e migliorare i risultati. Il primo aspetto su cui porre attenzione è la postura, strettamente legata al rendimento. 

Una postura scorretta, infatti, comporta maggiore dispendio energetico e più fatica e questo si ripercuote inevitabilmente sulla corsa e sulle performance, che non saranno mai al top perché l’organismo è impegnato a compensare una postura errata e non può essere focalizzato al 100% sul gesto atletico. Una postura corretta prevede che si mantenga la schiena dritta, il busto inclinato lievemente in avanti, le spalle ben larghe in modo da agevolare la respirazione e anche la testa dritta, salda sul collo e non ciondolante, con lo sguardo rivolto qualche metro in avanti.

Il secondo aspetto da prendere in considerazione è la respirazione, cadenzata a ritmo della corsa. Per trovare la giusta frequenza di respirazione serve solo l’esercizio e attraverso l’allenamento è possibile comprendere qual è il ritmo giusto per inspirare ed espirare. Una volta trovati la giusta postura e la respirazione più adatta, vanno “esercitate” con sessioni di corsa da svolgere a ritmo costate, per permettere all’organismo di memorizzare la maniera corretta di fare le cose e renderle così automatiche.

In questa fase non è necessario forzare: spingere verrà quasi naturale una volta che il fisico avrà trovato l’assetto più giusto per correre, grazie al quale potrà esprimersi al massimo. Il perfezionamento è un elemento fondamentale: ripetere all’infinito i movimenti durante un allenamento è la chiave per assimilarli e renderli più efficienti con il tempo, migliorando le risorse di cui si dispone. Talento e passione per la corsa da soli non bastano se mancano le basi a livello tecnico. Per tale ragione, quando si affina la tecnica non bisogna guardare né alla velocità né al chilometraggio, ma soltanto a fare le cose nella maniera migliore.

Sarebbe ancora più utile in questa fase poter fare affidamento su un esperto, in grado di dare consigli e suggerimenti utili su come migliorare il proprio modo di correre. Ciò che, in ogni caso, non deve mai mancare al runner è la perseveranza, la voglia di insistere e di non mollare nell’eventualità in cui i risultati non dovessero arrivare. A volte, i riscontri positivi tardano a manifestarsi, ecco perché non bisogna far prevalere la sfiducia e arrendersi.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Trail: 10 consigli per correre in discesa più velocemente

Nelle gare di trail che comportano lunghi tratti