Vesciche ai piedi: in che modo e dove si formano

Vesciche ai piedi: in che modo e dove si formano

- in CONSIGLIATI, WELLNESS
910
0
Fonte immagine: http://www.centroriabilita.it/abbigliamentorunning/

Si trovano senza dubbio in cima ai fastidi per un runner: parliamo delle vesciche ai piedi, che rendono un tormento persino camminare. Ecco come si formano

Le vesciche ai piedi sono spesso una vera e propria “tortura” per i runner: un disturbo di poco conto che però può diventare piuttosto fastidioso e doloroso, tanto da impedire non solo di correre ma anche di camminare in maniera normale. Riuscire ad evitarle non è difficile, ma per farlo è bene capire innanzitutto come si formano le vesciche, la cui insorgenza dipende in primo luogo dallo stato di salute dei piedi.

A causare le vesciche sono diversi fattori, legati allo svolgimento di attività fisica o alle lunghe camminate, momenti nei quali il piede resta a lungo chiuso dentro la scarpa, compie per diverso tempo sempre gli stessi movimenti e spesso all’interno di calze fradicie di sudore. L’eccessivo sfregamento della pelle contro una superficie provoca le vesciche, che non sono altro che la reazione dell’epidermide all’attrito, attraverso una sacca di fluidi che serve a “proteggere” la parte di pelle più sollecitata; si verificano più frequentemente quando si mantiene per un periodo di tempo prolungato un’andatura di corsa sostenuta, tanto è vero che i maratoneti soffrono spesso di questo problema in gara e più raramente in allenamento. 

Le vesciche si formano poi in punti diversi del piede a seconda della sua conformazione e dell’appoggio al suolo; un piede piatto, ad esempio, carica in modo eccessivo l’arco plantare provocando la formazione delle vesciche nella parte interna dell’avampiede e al centro della pianta. Nel piede cavo, invece, l’arco plantare non poggia al suolo in maniera perfetta e questo causa l’insorgenza di vesciche nell’avampiede e nella parte superiore delle dita.

Per evitare le vesciche è indispensabile fare in modo che l’attrito fra pelle e scarpa sia nullo o ridotto al minimo, indossando scarpe adatte al proprio tipo di piede. Altrettanto importanti sono le calze, che devono essere morbide e allo stesso tempo mantenere asciutto il piede, evitando l’accumulo di sudore. Creme specifiche e cerotti sono utili quando le vesciche si sono già formate, così da impedire che diventino eccessivamente fastidiose e favorirne la guarigione.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Dopo la corsa? Una bella birra!

Per dissetarsi al termine di una corsa o