Runner vegetariani e vegani: ecco come integrare le proteine

Runner vegetariani e vegani: ecco come integrare le proteine

- in NUTRIZIONE
423
0
Fonte immagine: https://www.runsociety.com/food-nutrition/can-becoming-a-vegetarian-impact-your-running-life-you-decide/

I runner vegetariani, rinunciando alla carne, devono integrare le proteine in maniera diversa, per evitare di incorrere in carenze di tipo nutrizionale

La filosofia vegetariana, e quella vegana, sono sposate da un numero sempre crescente di persone, quindi è inevitabile incontrare molti runner che hanno scelto di escludere la carne dal proprio regime alimentare. In termini sportivi tale decisione non comporta alcuna controindicazione, a patto però di integrare le proteine in modo diverso, così da non andare incontro a carenze dal punto di vista nutrizionale. Più nello specifico, vanno integrate non soltanto le proteine ma anche il ferro e la creatina.

I runner vegetariani possono fare ricorso a formaggio, latte e uova, mentre per i vegani l’unica alternativa è rappresentata da alimenti di origine vegetale, legumi quali fagioli, lenticchie e piselli; nella dieta di atleti vegani e vegetariani non possono mancare i cereali, come il mais, e quelli contenuti nel riso, nella pasta e nel pane, meglio se integrali. È indispensabile, inoltre, integrare la creatina, particolarmente importante nella performance sportiva in quanto riduce la percezione della fatica a livello muscolare.

Vegetarian-Runners-2

Questa sostanza è contenuta solamente nella carne, dunque i podisti devono affidarsi ad integratori per sopperire alla sua assenza nelle diete vegetariane e vegane, naturalmente seguendo le dosi consigliate e senza eccessi, che risultano sempre pericolosi. Per ovviare alla minor quantità di ferro, oltre ai legumi sono importanti pure altri alimenti di origine vegetale, in particolare spinaci, mandorle, pinoli e radicchio.

È necessario poi prestare attenzione anche ad un altro aspetto: durante i pasti vanno evitate, infatti, tutte quelle sostanze che possono ridurre l’assorbimento del ferro da parte dell’organismo, vale a dire vino rosso, caffè e . I vegetariani dovrebbero evitare anche il latte, che i vegani già escludono in toto dal loro regime alimentare. Infine bisognerebbe incrementare l’assunzione di vitamina C – poiché tra i vari effetti benefici è in grado di favorire l’assimilazione del ferro – bevendo spremute a base di agrumi.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Alimentazione e running: cosa mangiare la sera prima della gara

Prima di una competizione, allenarsi è d’obbligo, così