Iperpronazione: come risolverla

Iperpronazione: come risolverla

- in RUNNING
438
0
Fonte immagine: http://www.portoantico.it/2016/migliori-scarpe-da-running/

L’iperpronazione in corsa può portare una sensazione di fastidio, e in certi casi pure dolore, al piede: ecco alcuni suggerimenti per risolvere il problema

Il termine iperpronazione è noto ai runner che hanno un po’ di dimestichezza con la corsa, eppure ci sono atleti che non sanno di soffrire di tale problema – che consiste in una eccessiva pronazione, ovvero una rotazione più marcata del normale del piede verso l’interno in fase di appoggio – e che non riescono a comprendere l’origine di certi fastidi e dolori che spesso colpiscono uno o entrambi i piedi; potrebbe trattarsi proprio di iperpronazione.

Questa tipologia di problema può causare diversi disturbi, come ad esempio la fascite plantare, metatarsalgia e tendinopatia del tibiale posteriore; si tratta di patologie non semplici da trattare e che richiedono periodi più o meno lunghi di terapia per poter essere guarite in maniera definitiva. Ecco perché porre rimedio all’iperpronazione è di grande importanza, in quanto consente di evitare di dover fare i conti poi con disturbi che possono compromettere la pratica sportiva.

pronazione-neutra-iperpronazione

Come si interviene in presenza di iperpronazione? Innanzitutto non è il caso di preoccuparsi troppo, basta trovare solo le giuste contromisure, come hanno fatto molti atleti di alto livello, a cui la condizione di iperpronatori non ha impedito di vincere gare anche prestigiose. Innanzitutto è indicato stretching specifico, in particolare per il tendine d’Achille e il tricipite surale. Oltre allo stretching, va rafforzata la muscolatura di polpaccio e piede, poiché così si riduce il carico a cui vengono sottoposti i metatarsi durante la corsa.

Sono diversi gli esercizi mirati per il potenziamento di questi muscoli: ad esempio camminare sul bordo esterno del piede, raccogliere oggetti usando le dita dei piedi e soprattutto effettuare sollevamenti in punta, sfruttando un gradino o un rialzo. Le donne dovrebbero evitare l’utilizzo di scarpe con un tacco troppo alto e, per quanto riguarda le scarpe da running, il consiglio per tutti è quello di scegliere un modello che compensi la pronazione eccessiva; è molto più utile una scarpa di questo tipo rispetto ad un plantare, che se non adeguato può accentuare i problemi invece di risolverli.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Corsa d’autunno: i consigli per i runner

Il bel tempo ci ha accompagnato a lungo