La corsa è innanzitutto divertimento: il pensiero di Andrea Toso

La corsa è innanzitutto divertimento: il pensiero di Andrea Toso

- in RUNNING
413
0
Fonte immagine: http://www.thepicta.com/media/1571738014353658971_47229642

Se non ci si diverte, tanto vale non correre: è questa la filosofia di Andrea Toso, un runner “atipico” che mette il divertimento nella corsa al primo posto

In genere si è portati ad immaginare i runner come figure agili e scattanti, oppure come atleti esplosivi nel caso delle corse brevi; Andrea Toso non è né l’uno né l’altro, è un podista decisamente atipico dall’alto del suo 1,92 m e con i suoi 86 chilogrammi di peso. Eppure, a dispetto di queste misure, è un valido maratoneta, a dimostrazione del fatto che quando c’è la passione e – come sottolinea lui – il divertimento, si può raggiungere qualunque risultato.

Andrea ha cominciato la sua vita sportiva come giocatore di basket, per poi passare alla corsa quando gli impegni non gli hanno più permesso di allenarsi regolarmente con la sua squadra di pallacanestro. Si è applicato quasi in maniera scientifica sul running: “Ho fatto tesoro degli studi al liceo scientifico e di quelli della facoltà di Ingegneria, adattando il concetto di parabola al movimento che caratterizza la corsa”. Un approccio rigoroso per “costruirsi” su misura un modo di correre che fosse efficiente e adatto alle sue caratteristiche fisiche.

19985989_247007442473961_3308111698325405696_n

Il risultato? Di buon livello: il suo personale sulla maratona è di 3 ore e 7 minuti, quello sulla mezza maratona di 1 ora e 25. Nemmeno gli infortuni lo hanno fermato: “Mi hanno permesso anzi di allargare i miei orizzonti e cimentarmi nel ciclismo, nel nuoto etc. Così ho cominciato a sperimentare il triathlon”. Per contrastare la fatica in allenamento si affida spesso alla musica mentre in gara… canta! “Alla mezza maratona di Treviso sul traguardo si avvicina un ragazzo e mi chiede ‘Ma come hai fatto a correre e cantare per più di venti chilometri?!’, ma io nemmeno mi ero reso conto che stavo cantando!”.

Al contrario di altri atleti non ha l’ossessione del cronometro e tanto meno del risultato: per lui la corsa è puro divertimento e come tale la vive, un momento in cui regalarsi sensazioni positive mettendo in secondo piano tutto il resto. “Sono un runner mediocre e forse non raggiungerò mai il podio in una gara, ma quando corro sorrido sempre, perché per me questo sport è innanzitutto divertimento”.

Mindful running. La corsa consapevole
List Price:EUR 12,90
Price:EUR 10,97
You Save:EUR 1,93
Price Disclaimer

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Attività fisica: una volta a settimana è sufficiente?

Un recente studio ha rivelato che dedicarsi all’attività