La nonnina che combatte l’osteoporosi con il running

La nonnina che combatte l’osteoporosi con il running

- in RUNNING
321
0
Fonte immagine: http://www.lalibre.be/light/societe/en-afrique-du-sud-le-phenomene-deirdre-larkin-85-ans-affole-les-chronos-des-marathons-5959eb67cd706e263e975fb9

Ha cominciato a correre in tarda età, ma ciò non le ha impedito di diventare una vera runner: a più di ottant’anni, oggi Deirdre Larkin ha corso oltre 500 gare

Si può diventare runner pure alla soglia degli ottant’anni? La risposta è sì, almeno guardando Deirdre Larkin, la nonnina da record che ha iniziato a correre da qualche anno, poco prima di spegnere le ottanta candeline, e ora ha oltre 500 gare alle spalle. Vedendola correre, è impossibile non credere al fatto che il running allunga la vita! Non solo, nel suo caso è doppiamente salutare poiché grazie alla corsa sta contrastando in maniera efficace l’osteoporosi.

Ed è proprio per combattere questa patologia che, nel 2010, nonna Deirdre ha cominciato a correre, su consiglio del suo medico. Forse nemmeno quest’ultimo, però, avrebbe immaginato che nelle vene della donna scorresse la passione per il running, rimasta sopita per molto tempo. E così per le strade di Fontainebleau, sobborgo nei pressi di Johannesburg dove vive, è diventato sempre più frequente per i podisti della zona incontrare Deirdre intenta a correre.

Il suo impegno è stato totale: non si è limitata a correre per rispettare le indicazioni del proprio medico, ma è stata in grado di battere il record mondiale della mezza maratona fra gli over 85, facendo segnare il tempo di 2 ore e 5 minuti. A trasmetterle la passione per il running, come da lei stessa confessato, è stato il figlio: per contrastare la malattia che l’aveva colpita, ha deciso di accompagnarlo nelle sue sedute di allenamento.

All’inizio è stato molto impegnativo”- queste le sue parole -”ma nel giro di due settimane ho iniziato ad apprezzare la bellezza della corsa e la qualità della mia vita è migliorata decisamente. Sto molto meglio rispetto a quando non correvo”. Lo spirito competitivo ha fatto il resto: in pochi anni ha corso più di 500 gare, vinto molti premi e fatto registrare circa 80 record nella sua categoria di età. Ad accompagnare la passione anche la disciplina: tre allenamenti settimanali e dieta ferrea, da atleta professionista. A settembre compirà 86 anni: tanti auguri nonna runner!

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Le cose da fare dopo una maratona

In genere si dà grande importanza alle cose