Le insidie per i runner sono dappertutto!

Le insidie per i runner sono dappertutto!

- in RUNNING
520
0
Fonte immagine: http://www.unitedrunners.eu/come-evitare-che-il-ristoro-diventi-una-trappola/

La vita da runner richiede delle attenzioni particolari nella quotidianità, poiché le insidie si celano dappertutto: ecco in che modo evitare le trappole

Il corpo di un atleta è diverso da quello di una persona “normale”: da un lato, è vero, è più prestante, dall’altro però è maggiormente delicato e necessita quindi di particolari attenzioni non solo durante lo svolgimento dell’attività fisica ma anche nella quotidianità, poiché le insidie sono dappertutto e schivarle non è semplice. A volte si tratta di abitudini alle quali nemmeno si fa caso, che possono però creare non pochi problemi al fisico e addirittura pregiudicare l’attività sportiva.

Attenzione a come ci si siede: la gran parte delle persone svolge un lavoro d’ufficio, e sedersi in maniera sbagliata o con posture scorrette potrebbe rivelarsi alquanto dannoso. In particolare, restare per lungo tempo con le gambe accavallate oppure tenendo i piedi sotto la sedia – dunque con le ginocchia flesse – può portare a infiammazioni della rotula e del tendine rotuleo. Mantenere le gambe distese è importante per evitare un disturbo che prende il nome di “runner’s knee”, ovvero ginocchio del podista.

infortunio-1-600x330

Il cross training è consigliato ai runner come alternativa alla corsa, ma la scelta degli sport da affiancare al running va fatta con giudizio: sono utili nuoto, ciclismo, un po’ di palestra, può essere invece deleteria la partita a calcio con gli amici, che spesso si trasforma in una sfida accesa, accrescendo il rischio di farsi male, invece di essere una semplice partitella. A sera, bisogna evitare di mettersi comodi sul divano o sul letto subito dopo cena, è consigliata una passeggiatina – anche se si è stanchi – oppure qualche esercizio di stretching per favorire una corretta digestione e agevolare il recupero durante la notte.

Vale per i runner ma anche per le persone che non fanno attività fisica: evitare di sollevare pesi di botto, piegandosi in avanti; per questo tipo di operazioni la schiena resta dritta e a piegarsi sono le ginocchia. Infine una “trappola” tipicamente estiva che ogni anno miete molte “vittime”: l’aria condizionata, soprattutto in auto: regala sollievo quando la temperatura esterna è rovente, ma bisogna evitare di “spararsela” in faccia o addosso, poiché se si è sudati si rischia un malanno, spesso più fastidioso del normale poiché fuori stagione.

 

 

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Attività fisica: una volta a settimana è sufficiente?

Un recente studio ha rivelato che dedicarsi all’attività