Addio a Ed Whitlock, il maratoneta da record

Addio a Ed Whitlock, il maratoneta da record

- in RUNNING, SPORT
698
0
Fonte immagine: http://www.runnersworld.com/masters/ed-whitlock-85-is-not-satisfied-with-his-latest-world-record

I suoi primati di longevità avevano stupito e fatto parlare tutto il mondo: per questo la scomparsa di Ed Whitlock è stata accompagnata da grande commozione

Aveva nel mirino l’obiettivo di diventare il 90enne più veloce a correre una maratona, dopo aver stupito tutto il mondo lo scorso ottobre correndo i 42,195 chilometri in meno di 4 ore all’età di 85 anni: nessun ultraottantenne prima di lui ci era riuscito. Purtroppo, però, il destino si è messo di traverso: Ed Whitlock non riuscirà a realizzare il suo sogno poiché un cancro alla prostata se l’è portato via nella giornata di ieri. A darne l’annuncio è stata la sua famiglia.

Ed ha fatto giusto in tempo a festeggiare il suo 86esimo compleanno, lo scorso 6 marzo, per poi spegnersi al Princess Margaret Cancer Centre di Toronto. Di lui rimarranno non solo gli incredibili primati che lo hanno reso famoso nel mondo, ma anche l’esempio che ha lasciato: i sogni si possono realizzare a qualunque età, se dietro ci sono impegno e forza di volontàwhitlock_sidebar

Quello che per la scienza era un fenomeno, per chi condivideva la sua stessa passione era un modello, un punto di riferimento al quale ispirarsi al di là delle sue doti naturali che lo portavano a conseguire risultati straordinari per la sua età, l’ultimo appena cinque mesi fa. È per questo che la notizia della sua morte è stata accompagnata da un’ondata di commozione che ha travalicato i confini del running: in molti hanno espresso il loro cordoglio per un podista che era diventato una leggenda ma senza mai perdere l’umiltà e lo spirito di sacrificio che lo caratterizzavano.

Ogni sua impresa era accompagnata da supporter e ammiratori, segnale di come il suo carattere e la sua forza avessero fatto breccia negli altri. Il Canada e la comunità mondiale dei runner perdono un uomo straordinario prima ancora di un atleta da primato, stimato ben oltre i risultati che è riuscito a conseguire nella sua carriera. Ti sia lieve la terra su cui hai corso per tutta la vita, Ed.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Maratona di Venezia: i favoriti al via

Mancano i grandi nomi di spicco nella startlist