Al Mugello parte alla grande la stagione di Max De Ponti

Al Mugello parte alla grande la stagione di Max De Ponti

- in SPORT, TRIATHLON
365
0

Parte subito alla grande la stagione 2015 del carabiniere Massimo De Ponti con una vittoria conquistata nel duathlon del Mugello di fronte ad un campo partenti di buon livello.

Sono stati oltre 400 gli atleti che hanno calcato l’asfalto del famoso circuito toscano che sino allo scorso anno ha ospitato una tappa del circuito nazionale di duathlon, quest’anno la gara era valida per l’assegnazione del rank nazionale di specialità.

I primi a partire sono stati gli uomini con subito un terzetto in testa composto dai carabinieri Max De Ponti-Hofer in compagnia di Alberto Della Pasqua (TD Rimini) inseguiti dalla new entry targata TD Rimini  Camporesi, mentre più staccato il vincitore dell’edizione 2014 Dario Chitti (Cus Parma). Nella seconda frazione il terzetto di testa riesce a collaborare e si presenta in T2 con 50″ circa sul gruppo degli inseguitori. Della Pasqua ritarda al cambio e quindi lascia di fatto via libera ai due carabinieri che si giocano la vittoria negli ultimi 2.5 km. Il break decisivo lo piazza De Ponti a -1 km dal traguardo quando riesce a prendere qualche metro di vantaggio su Hofer e a portare a casa la vittoria sul bolzanino, mentre Della Pasqua chiude al 3° posto mentre il vincitore 2014 Dario Chitti è 4° regolando in volata Intagliata (Peperoncino)

Ottimo inizio di stagione quindi per il carabiniere milanese Max De Ponti che da questa stagione è seguito da Andrea D’Aquino che dopo i successi ottenuti come allenatore nel 2014 con Giulio Molinari inizia la nuova stagione con un successo. Ecco le parole di Alberto Della Pasqua nel dopo gara:

Gara partita con un bel ritmo di corsa senza guardarci siamo abbiamo spinto i primi 5km rimanendo in 3 io, Max Depo e Hofer. Siamo entrati in t1 con 20″ su Camporesi (new entry tdrimini), 45″ su Chitti, e 1′ sul resto del gruppo composto da Terranova, Huber , Rossi, Biagiotti. In bici c’è stato accordo, cambi regolari con i due carabinieri. Percorso già duro e reso ancora di più dal vento che da metà gara tirava forte. Siamo entrati in t2 con circa 50″ di vantaggio sugli inseguitori. Io ho perso già 30metri nel cambio rispetto a hofer e de ponti e ho corso l’ultima frazione senza riuscire a riportarmi sotto a loro che hanno corso anche più forte. De Ponti ha staccato Hofer dopo circa 1,5km.
Tra le donne gara scontata con Sara Dossena (707) che cerca di staccare subito la vincitrice dell’edizione 2014 la slovena della DDS Mateja Simic, prendendo un piccolo vantaggio che le permette di entrare in T1 con qualche secondo di vantaggio. Nella seconda frazione la slovena riesce a ricucire il distacco accumulato nella prima frazione e complice anche il tremendo traffico sul percorso dovuto al sovrapporsi della gara maschile con quella femminile non ci sono stati tentativi di fuga e quindi le due battistrada si sono presentate insieme in T2 per giocarsi la vittoria. La Dossena riesce ad essere un po’ più brillante della Simic e si prende la rivincita dell’edizione 2014 precedendo la slovena. Al terzo posto ma lontanissima (oltre 6′) Serena Angela (707)
arrivata seconda).
Qualche problema segnalato dai concorrenti sulla gestione della gara e dei percorsi , ecco in merito il commento di un presenta alla gara:
Non brillante scelta far partire gli uomini 10′ dopo le donne. Alla fine del primo giro in bici le prime donne hanno dovuto fare lo slalom tra gli uomini che correvano a piedi, tagliando le curve e passando da dx a sx senza attenzione. Durante tutta la bici era un continuo dribbling tra gli uomini, pericoloso, tanti uomini si buttavano in scia, qualsiasi eventuale tentativo di fuga sarebbe stato inutile. Pericoloso anche l’ultimo pezzo di corsa perché nel frattempo tanti uomini stavano pedalando”
A questo proposito ci hanno riferito di una Simic  che al traguardo era piuttosto arrabbiata perché durante l’ultima frazione di corsa, un  atleta in bici   si è messo a fianco e poi dietro di loro mentre stavano giocandosi la vittoria , gridando e incitando  la Dossena tutto il tempo.

 

 

 

http://www.triathlonmania.it/triathlon/al-mugello-parte-alla-grande-la-stagione-di-max-de-ponti/

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Una nuova chance per gli atleti dell’Elbaman

Lo scorso 24 settembre a causa delle avverse