Almaz Ayana, la donna da record nei 10 mila metri

Almaz Ayana, la donna da record nei 10 mila metri

- in RUNNING, SPORT
501
0
Fonte immagine: http://www.francetvsport.fr/les-jeux-olympiques/rio-2016-10-000m-almaz-ayana-pulverise-le-record-du-monde-dans-une-course-d-anthologie-351821

La vita di Almaz Ayana è cambiata dopo le Olimpiadi di Rio: medaglia d’oro, nuovo primato del mondo nei 10 mila metri e premio come atleta dell’anno Iaaf

È stata una delle atlete da copertina delle scorse Olimpiadi di Rio: assoluta protagonista nella gara dei 10 mila metri, l’etiope Almaz Ayana ha conquistato la medaglia d’oro ma soprattutto ha fatto suo il record del mondo che era imbattuto da oltre vent’anni e in pochissimi pensavano migliorabile, almeno nel breve periodo. E invece Almaz è stata più veloce di 14 secondi rispetto al primato precedente, stampando un 29’17”45 che ha fatto stropicciare gli occhi a tutti. 

Un’annata da ricordare e che le è valsa il premio della Iaaf di atleta dell’anno per il 2016, nel quale è riuscita a portare a casa due medaglie olimpiche: all’oro dei 10 mila – in quella che è stata definita la gara dei record, visto che oltre al record del mondo sono state fatte registrare la terza, la quarta e la quinta prestazione migliore della storia dalle atlete giunte alle spalle dell’Ayana – bisogna aggiungere il bronzo nei 5 mila metri (e pure in questa gara è stato fatto segnare un primato mondiale); un bottino ricco che le ha cambiato la vita, come lei stessa ha ammesso nelle interviste rilasciate dopo i Giochi olimpici.

Il record del mondo è stato inatteso anche per lei, che nel 2016 stava per compiere un’impresa storica: battere il miglior tempo mondiale pure nei 5 mila metri, nei quali è comunque la seconda atleta più veloce della storia grazie al 14’12”59 fatto registrare sempre quest’anno. E pensare che all’inizio la sua specialità non erano i 5 mila metri e nemmeno i 10 mila, bensì i 3 mila siepi, nei quali debuttò a livello internazionale nel 2009 con un secondo posto.

1471026260006

Nel 2011 ha iniziato a dedicarsi a quelle che sarebbero diventate poi le “sue” specialità, ottenendo subito risultati di grande rilievo, fra cui una medaglia di bronzo mondiale a Mosca. Nel 2015 ecco l’oro iridato nei 5 mila e poi lo scorso anno quello olimpico, con l’aggiunta del primato mondiale. Il prossimo obiettivo per Almaz Ayana sono i mondiali di atletica di Londra del prossimo agosto: nel mirino c’è la zona medaglia, e chissà che non arrivi pure un altro primato.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Tricolori maratona: Nasef si conferma campione

Ai tricolori sulla distanza della maratona a Verona,